Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tagliati i fili dell’autovelox Già oggi tornerà in funzione

Una vera e propria spedizione punitiva contro la centralina dell’apparecchio Hanno agito utilizzando un flessibile: denuncia contro ignoti, caccia ai colpevoli

È durato poco più di tre mesi, tre mesi nei quali le multe sono state migliaia, poi qualcuno ha deciso che il nuovo autovelox sulla tangenziale doveva essere fermato tagliando i cavi e danneggiandolo. Una spedizione punitiva premeditata, non una bravata.

IL DANNO

Ignoti, presumibilmente intorno all’1 della notte tra domenica e lunedì, hanno tranciato i cavi dell’alimentazione elettrica dello strumento posizionato nella tangenziale Carducci, tra le uscite 6 e 7, dopo aver divelto la placca pos ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

È durato poco più di tre mesi, tre mesi nei quali le multe sono state migliaia, poi qualcuno ha deciso che il nuovo autovelox sulla tangenziale doveva essere fermato tagliando i cavi e danneggiandolo. Una spedizione punitiva premeditata, non una bravata.

IL DANNO

Ignoti, presumibilmente intorno all’1 della notte tra domenica e lunedì, hanno tranciato i cavi dell’alimentazione elettrica dello strumento posizionato nella tangenziale Carducci, tra le uscite 6 e 7, dopo aver divelto la placca posizionata nel basamento del palo di sei metri sul quale è installato.

I tecnici stanno verificando l’entità dei danni, ma ritengono che l’autovelox possa riprendere il normale funzionamento già nella giornata di oggi. Sono in corso le indagini per individuare gli autori dell’atto di vandalismo. Nel frattempo, verrà presentata una denuncia contro ignoti per danneggiamento aggravato. Gli autori dell’atto vandalico hanno probabilmente utilizzato un flessibile per tagliare i bulloni che chiudevano la placca, aperta la quale hanno tranciato i cavi elettrici senza danneggiare altre componenti della strumentazione. L’operazione può aver richiesto poco più che una decina di minuti e non ci sono state segnalazioni di movimenti sospetti nella zona dell’apparecchio.

SUBITO RIPARATO

La Polizia municipale si è accorta poco dopo l’1 di notte del mancato funzionamento dell’autovelox ma solo con la verifica sul posto effettuata nella mattinata è stato possibile capirne le cause. Già oggi, come detto, l’autovelox tornerà a funzionare correttamente.

L’autovelox è attivo dal 21 maggio, dopo il periodo di sperimentazione, e rileva la velocità dei veicoli su entrambe le corsie di marcia in direzione Bologna accertando eventuali infrazioni. In quel tratto della tangenziale il limite di velocità è di 70 chilometri all’ora. Le sanzioni quindi scattano dal superamento dei 75 chilometri orari, in quanto si applica la tolleranza strumentale, e sono diversificate a seconda della fascia di gravità in cui si colloca l’illecito: prima fascia tra i 76 e gli 85 chilometri orari, seconda tra gli 86 e i 115 chilometri orari, terza oltre i 115 chilometri orari, quarta fascia oltre i 135 chilometri orari.

IL FUNZIONAMENTO

Agli automobilisti il Comando della Polizia municipale di Modena raccomanda come sempre prudenza alla guida, rispetto del Codice della Strada e quindi dei limiti di velocità per evitare di costituire un pericolo per sé e per gli altri, oltre che di incorrere nelle sanzioni previste.

Il nuovo rilevatore digitale di velocità, l’unico fisso in funzione nel territorio comunale modenese, ha sostituito lo strumento precedente ed è stato adottato per adeguare le tecnologie di trasmissione dei dati nell’ambito del potenziamento tecnologico dell’attività di controllo del territorio ai fini di migliorare la sicurezza stradale.

L’apparecchio, posizionato su un palo all’altezza di sei metri, è in grado di rilevare le infrazioni con esattezza su entrambe le corsie nel senso di marcia verso Bologna, anche registrando la velocità dei veicoli in caso di sorpasso e in ogni condizione meteorologica: un investimento tecnologico che ha fatto salire il numero delle multe in virtù del fatto che entrambe le auto possono essere facilmente tracciate grazie all’altezza alla quale è posto lo strumento e al software utilizzato. —