Quotidiani locali

Sassuolo, ecco Di Francesco

Rescinde il contratto con il Lecce e firma un annuale. Bianchi tutto neroverde, Cofie al Chievo

Mancava solo l’annuncio e ora la notizia ha finalmente i crismi dell’ufficialità: il 42enne pescarese Eusebio Di Francesco è l’allenatore scelto dal Sassuolo per sostituire Pea. Tutti gli indizi facevano presupporre che la giornata di ieri avrebbe messo la parola fine al più classico dei tormentoni estivi neroverdi, quello dell’allenatore, e così è stato. Le indiscrezioni che filtravano già dalla mattinata lasciavano intendere l’esito positivo della trattativa. Di Francesco ha interrotto le vacanze a Formentera per incontrare a Milano il diesse del Lecce Osti e risolvere il contratto con la società salentina. Sciolto dal vincolo con i giallorossi pugliesi, l’ex calciatore di Roma e Piacenza ha potuto accettare la proposta annuale che Bonato gli aveva sottoposto nei giorni scorsi, dopo aver incassato il via libera del patron Giorgio Squinzi. Di Francesco non nasconde la sua soddisfazione (“Sono molto felice ma per il momento non voglio aggiungere altro”, ci ha detto), rinviando ogni discorso alla presentazione ufficiale, in programma martedì 26 in sede.

Lo staff

Insieme al mister saranno presentati anche i componenti del nuovo staff tecnico neroverde. Accanto a Di Francesco, ci saranno il suo braccio destro Francesco Tomei, il collaboratore tecnico Danilo Pierini, chiamato a studiare i segreti delle squadre avversarie, e un nuovo preparatore atletico, probabilmente Franco Giammartino: i tre erano con Di Francesco già a Lecce. Un’esperienza sfortunata, quella salentina, che però non ha pregiudicato il credito di Di Francesco tra gli addetti ai lavori, se è vero che, oltre al Sassuolo, altre squadre di B (Padova, Livorno ed Empoli) lo hanno contattato.

Il mercato

Sistemata la casella dello staff tecnico, Nereo Bonato potrà mettere in fila le strategie di mercato per consegnare al nuovo allenatore una rosa competitiva. Prima di dedicarsi ai rinnovi contrattuali e ai nuovi obiettivi, però, il direttore generale deve sistemare le compartecipazioni. Dopo Laribi e Marzorati, ieri è stata la volta di Bianchi: il cartellino del centrocampista ex Piacenza (club ieri fallito) è ora tutto neroverde. Cofie invece è andato al Chievo nell’operazione Acerbi. Tra oggi e domani saranno rinnovate, con Chievo e Reggina, le comproprietà di Longhi e Laverone mentre per Sansone si dovrà attendere con ogni probabilità il termine ultimo, fissato per la serata di venerdì. Il primo incontro tra Sassuolo e Siena non ha portato a significativi passi in avanti. Per scongiurare l’esito alle buste – che, ad oggi, resta un’opzione concreta – la trattativa tra neroverdi e bianconeri proseguirà anche nelle prossime ore. Per ammorbidire la posizione di Piazza Risorgimento, il Siena potrebbe mettere sul piatto anche Troianiello, da gennaio in prestito a Sassuolo: l’esterno partenopeo sarebbe una contropartita tecnica molto gradita alla società neroverde, che a quel punto potrebbe praticare un forte “sconto” sulla propria metà del cartellino di Sansone. Infine da segnalare un’interessamento per il difensore macedone Ristovski (’92) del Parma.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Modena
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana