Menu

Decide Roma: Nardini resta a Modena

Il presidente Rinaldi: «È’ il primo colpo della nuova proprietà. Stiamo decidendo anche ds, mister e il prossimo cda»

I morsi della Lupa e di Maurizio Rinaldi staccano un contratto di due anni a Riccardo Nardini, giocatore di Fiumalbo, beniamino dei tifosi canarini e colonna della squadra di Bergodi nella clamorosa riscossa del dopo-Cuttone. Nardini stava per accasarsi al Padova, ma di colpo il presidente gialloblù ha estratto il coniglio dal cilindro. Nardini resta e dietro la mossa di Rinaldi ci sta l’ok dei due imprenditori romani ormai pronti a mettere nero su bianco sul contratto di acquisto del club canarino. Che dovrebbe avvenire, salvo imprevisti, già nel fine settimana anche alla presenza di Antonio Caliendo che domani rientrerà da Boston. Perchè proprio Caliendo è l’uomo che ha veicolato i due imprenditori della capitale sulla strada del Modena Calcio.

Il presidente Rinaldi conferma tutto: «Il contratto biennale a Nardini è stato fatto in pieno accordo con quella che sarà la nuova proprietà».

Rinaldi è di ottimo umore: «Nardini è un giocatore simbolo del Modena, amato dai tifosi, e ci è sembrato giusto ripartire proprio da lui. Abbiamo fatto un bel regalo di nozze a Nardini che può partire felice per la luna di miele».

Quindi l’affare è fatto? «Ci sono le ultime cose da sistemare con gli imprenditori romani, ma in settimana pensiamo proprio di chiudere. Stiamo valutando anche la scelta del nuovo direttore sportivo e dell’allenatore. D’accordo anche sul prossimo cda dove rimarrò io assieme a due rappresentati del gruppo che sta acquistando il Modena».

Rinaldi ieri ha sottoscritto anche i contratti dei giovani Belfasti e Silvestri che rientrano all’ovile in prestito da Juventus e Chievo.

I primi nomi

Essendoci di mezzo Antonio Caliendo verrebbe quasi spontaneo associare i nomi di Roberto Baggio e Carlos Dunga per la panchina. Mentre spunterebbe una mezza indicazione sul nome, ma ve la diamo col beneficio d’inventario essendo la trattativa in corso per la cessione del Modena un vero ginepraio, sul nome di Tulli, ex Cisco Roma, come possibile imprenditore acquirente. Romano è anche Giovanni Paladini, uomo che affiancò Caliendo nell’avventura Queen’s Park Rangers.

Bonacini in gabbia

Stefano Bonacini non molla la presa sul Modena, ma in questo momento è costretto a stare alla finestra e ad osservare i movimenti di Rinaldi e Casari con il gruppo romano.

Mister Gaudì sa di poter contare sull’appoggio della piazza, ma potrà esercitarlo solo se dovesse saltare o rivelarsi meno solida, di quanto dichiarato dagli uomini Cpl, la trattativa coi romani. Questione di giorni poi Modena avrà un po’ di chiarezza sul suo futuro. (gib)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro