Menu

Novi dà un calcio al terremoto

La storia della squadra amatori che torna in campo tra sacrifici e volontariato

Una storia che viene da Novi, che parla di sport e parla di calcio, ma soprattutto parla di voglia di ricominciare dopo il terremoto. In un piccolo comune della bassa modenese fortemente colpito dal sisma, c'è un gruppo di ragazzi che vuole andare avanti, anzi punta deciso alla promozione: “Vogliamo salire e tornare nella categoria in cui giocavamo nella passata stagione - esordisce cosi Matteo Meschieri vice presidente dell’Ac Novi- abbiamo rafforzato la squadra con innesti di qualità per poter essere protagonisti del campionato Uisp, lo dobbiamo a noi ma sopratutto al nostro paese ferito dal terremoto».

Il loro campo da gioco è divenuto una tendopoli per sfollati, in quello da allenamento verranno poste le strutture provvisorie adibite a scuole, «stiamo parlando con l'assessore allo sport, conosciamo bene la situazione in cui viviamo e ci siamo mossi in altre direzioni, abbiamo individuato nel campo della parrocchia quello che può ospitare gli allenamenti della squadra- prosegue Matteo- mentre Moglia si è offerta di darci il loro campo per poter disputare il campionato, andremo fuori budget però vogliamo andare avanti nonostante tutto».

Matteo, come tanti altri ragazzi del paese e non, si e' messo a servizio della popolazione meno fortunata, come volontario nel campo protezione civile da tutti conosciuto come “Angelina”, li e' nata una collaborazione per poter creare anche una squadra di basket, potendo contare

sul nuovo palazzetto dello sport che il comune di Novi di Modena aveva già iniziato a costruire. «Faremo una festa, raccoglieremo soldi anche per la squadra di basket e di calcio a 5, vogliamo andare avanti e continuare a fare sport come prima del terremoto».

Nazzareno Marangon

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro