Menu

Cusma e Valeeva, l’Europa diversa di due campionesse

La mezzofondista non parte per Goteborg per una influenza L’arciera in Polonia per un appuntamento con la storia

Poteva essere una settimana indimenticabile per lo sport modenese e invece potrà esserlo soltanto a metà. Sullo sfondo i campionati europei indoor di atletica e tiro con l’arco. Uno a Goteborg, in Svezia, l’altro a Rzeszow, in Polonia. Da una parte Elisa Cusma, rientrata a pieno titolo sugli 800 metri, dall’altra Natalia Valeeva, che insegue la storia per il terzo titolo in carriera.

Ma soltanto la Valeeva potrà tentare di salire sul gradino più alto del podio. Elisa Cusma, infatti, ha dovuto dare forfait: ieri la squadra azzurra è decollata per la Svezia (spedizione composta da 21 uomnini e 19 donne) ma la modenese non è potuta partire, costretta a letto dall’influenza. Un ritiro amaro, che arriva proprio in un momento di grande forma per l’azzurra che aveva ottenuto la qualificazione in virtù della vittoria ai campionati italiani. La Cusma, come ci aveva confessato pochi giorni fa, teneva molto a questa gara perchè da sempre le competizioni indoor riescono a mettere in luce le sue possibilità. E quale miglior occasione per riaffacciarsi con coraggio tra le migliori atlete della specialità.

Ci proverà, invece, Natalia Valeeva. Nell’arco olimpico la tiratrice di Montale, moldava di nascita e modenese di adozione, proverà a dire la sua partendo dalla medaglia d’argento dell’anno scorso. Non è un mistero che nella testa di Natalia ci sia un pensiero a quello che sarebbe uno storico risultato: il tris

di vittorie nella competizione continentale, dopo i successi ottenuti sempre nella gara europea al chiuso nel 2002 e nel 2010. Al suo fianco ci saranno Pia Lionetti e Claudia Mandia. (d.b.)

@dvdberti

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro