Quotidiani locali

Cobellini e Trombelli, le due speranze del kart

I due modenesi iniziano col piede giusto la stagione nel settore motoristico meno toccato dalla crisi. Trofeo Master Sport: Pini torna in sella alla Ducati di Uno Moto

Modena non è immune dalla crisi dei motori, lo dimostra il calo del numero delle licenze rilasciate a conduttori, con solamente il settore kart che sembra vedere un piccolo spiraglio. E proprio dal kart continuano ad arrivare le notizie migliori per i motori made in Modena. Non poteva iniziare meglio la stagione agonistica di Cristian Cobellini, impegnato nella prima prova del trofeo nazionale Easykart, disputata a Viterbo. Il giovanissimo pilota di Concordia sulla Secchia conquista pole position, giro veloce e vittoria nella gara riservata alla categoria 60cc, mettendo dietro i 34 finalisti, unico pilota a scendere sotto il muro del 1:04 nel corso del week end. Cristian, con il supporto di papà Gianni e del team Emilia Kart, è competitivo fin dalle prime battute, inanellando giri veloci su giri veloci tanto da guadagnare agevolmente la pole senza incappare in nessuna penalità. In gara parte un po' contratto ed al via si lascia passare da alcuni piloti, ma nel breve lasso di due giri è di nuovo in testa iniziando un duello con il secondo classificato per le prime due posizioni. Gara sulla distanza dei 18 giri (poco più di 23 km), a metà gara la svolta, a gomme calde il concordiese comincia a scendere sotto il muro del minuto e 04 liberandosi della concorrenza fin sotto la bandiera a scacchi, dove transita con oltre due secondi di vantaggio sull'immediato inseguitore. Un'ottima prestazione che fa presagire al meglio in vista del Trofeo Andrea Margutti che si svolge questo week end al South Garda Karting di Lonato. Giunto alla 24esima edizione, annovera tra i vincitori nelle passate edizioni nomi come Giancarlo Fisichella, Toni Vilander, Robert Kubica e Brandon Maisano. Iscritto nella classe 60cc, Cobellini nella scorsa edizione è giunto secondo,battuto solo dallo svedese Logan.

KART: Trombelli inizia bene

Inizia bene anche l'avventura di Alessandro Trombelli nel campionato italiano Rotax Max Challenge, categoria Senior. Il modenese, che veste i colori del team BRM Racing; sul tracciato internazionale del Friuli Venezia Giulia ha conquistato prima la pole position, poi ha vinto la prima finale terminando secondo nella gara successiva, una manche che ha visto al via 21 piloti. Alessandro Trombelli; premiato lunedi da Aci Modena; partecipera' non solo al campionato tricolore ma sopratutto al Rotax Euro Challenge dove punta a farsi conoscere. Molte ombre e poche luci dalla prova dei due piloti Formula K Racing team AB,impegnati nella prima tappa del WSK Euro Series, presso l' International Circuit “la Conca”. Alessandro Stura, pur centrando la finale nella KFJ non va' oltre un 14esimo posto, conquistando due punti in ottica campionato ma rimediando oltre 15 secondi di distacco dal vincitore. Eliminato invece nelle qualifiche il finlandese Niklas Tiihonen con il 42esimo tempo.

MOTO: Luca Pini torna in sella

Ritorno alle corse da parte del carpigiano Luca Pini, dopo un inverno passato a ristabilirsi dalla frattura al polso che lo aveva estromesso dalle gare a meta' 2012. Il veterano pilota torna in pista con il proprio team e partecipera' al Trofeo Master Cup, gareggiando sui maggiori tracciati nazionali, Mugello (3 gare) , Vallelunga (2) e Misano, sei tappe importanti contro avversari di valore. Pini si era gravemente infortunato in occasione della gara unica del Ducati Desmo Challenge ;categoria Open in sella alla Panigale; presso Misano a giugno cadendo ad un giro dal termine di gara uno, rimediando una frattura scomposta che lo ha allontanato per lungo tempo dalla moto. Nonostante il polso presenti ancora problemi, la passione è troppa per rinunciare ad un trofeo che si annuncia tra i più interessanti fra quelli proposti. La moto utilizzata sarà una “stagionata” Ducati 1098 preparata da Uno Moto di Carpi.

AUTO GT: Ferrari penalizzata

Vittoria sfumata sul finire della corsa per la Ferrari 458 della Scuderia Corse Michelotto, partita con il miglior tempo nella categoria GT. La vettura di Alessandro Pierguidi ed Alessandro Balzan e' stata penalizzata non solo dai consumi, ma anche da decisioni da parte dei commissari, apparse eccessivamente severe nel corso della seconda prova del Grand Am. La vettura numero 63 condotta dalla coppia italiana, dopo aver conquistato la pole position e mantenuto in gara le posizioni di testa, ha pagato caro un sorpasso con contatto nelle fasi finali ritenuto vizioso da parte dei giudici. La F458, dopo aver tagliato per prima il traguardo,

viene penalizzata con l'ennesimo stop & go e retrocessa in 11ª posizione, vedendo sfumare una vittoria meritata della coupè di Maranello. Dopo il quarto posto di Daytona e la mancata vittoria di Austin, la Scuderia Corse è ora attesa dalla prossima prova in Alabama il 6 aprile.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik