Menu

Casa Modena ko, Lorenzetti furioso

Il tecnico: «Essere corretti non paga, atteggiamento vile da parte dei due fischietti»

In conferenza stampa Angelo Lorenzetti è furioso poiché non riesce a mandare giù il trattamento degli arbitri. L’allenatore modenese attacca frontalmente la gestione della gara dei signori Daniele Zucca e Roberto Boris i quali, a suo avviso, hanno recato danno a Casa Modena nel decisivo terzo set con tre chiamate ravvicinate. Le dichiarazioni del tecnico gialloblù non lasciano spazio alle interpretazioni: “Sono dispiaciuto perché non conviene comportarsi bene. Io sono stato per due set zitto mentre loro hanno protestato fin dall’inizio su delle palle ignobili. Gli arbitri si fanno condizionare e poi fischiano un fallo a Sala, la palla dopo graziano il loro libero e poi tirano fuori il cartellino rosso. Allora, ripeto, non conviene comportarsi bene. Quando si gioca in casa allora bisogna far subito della baraonda dall’inizio. Io a Bologna lo dico costantemente che si fanno condizionare, ma loro dicono di no. Detto questo poi magari il set lo perdi lo stesso 28-26 o 27-25, ma non lo perdi così. C’è stata una netta differenza di atteggiamento per due set con la squadra di casa che non protestava mentre dall’altra parte della rete brontolavano tutti. Tutto questo dispiace e non è giusto. Hanno un comportamento vile. Allora visto che è evidente che si fanno condizionare, quando vengono qua il pubblico inizia a fare subito della noia e allora facciamo queste cose anche noi. Sono sicuro che adesso scriveranno di tutto nel referto di gara per giustificare una loro brutta partita. E quando io faccio notare queste cose qua a chi di dovere mi viene risposto con la strafottenza dei potenti. So benissimo che in questa sconfitta non ci sono sogli gli episodi del terzo set, ma hanno contato tanto”. L’analisi tecnica di Lorenzetti è poi tutta incentrata sulla ricezione affannosa: ”Sapevamo di essere inferiori a Perugia non solo in ricezione, ma anche nella manualità e proprio in questi due aspetti loro ci hanno colpito pesantamente. Il nostro cambio palla era un po’ farraginoso, ma nel secondo set eravamo comunque riusciti a raddrizzare la partita. Credo che Deroo abbia fatto una buona partita in attacco, a muro e in battuta, mentre in ricezione ha sofferto come tutti gli altri”. La soddisfazione di Perugia è tutta nelle parole di Slobodan Kovac che, con classe, ammette anche gli aiuti arbitrali: “Questa per noi è una vittoria importantissima, ottenuta contro una squadra che era in un buon momento e galvanizzata dall’arrivo di Bruninho. Voglio fare i complimenti a Fanuli che ha sostituito

molto bene Giovi (taglio profondo alla mano ndr) perché non è facile entrare dalla panchina a freddo ed interpretare il ruolo di libero. La decisioni arbitrali nel terzo set? Posso dire tranquillamente che siamo stati fortunati perché il tocco di Sala, a mio avviso, non era da fischiare”.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro