Quotidiani locali

La Concordiese in festa 20 anni dopo

Il presidente Negrelli vince la sua sfida: squadra di nuovo in Prima Divisione

A volte ritornano, anzi per la verità non se ne erano mai andati, perché a Concordia c’è un uomo che da 35 anni, a dispetto di tutto e tutti, fa sì che la pallavolo sia sempre uno degli sport più amati dai giovani.

Erminio Negrelli, ex arbitro di calcio, arrivò quasi per caso alla pallavolo: era il 1979 e da allora non ha mai smesso di lottare, soffrire, con straordinaria passione, per quello che è diventato lo sport della sua vita.

Oggi Erminio Negrelli, 71 anni compiuti, è il presidente di quella Polisportiva Concordiese che ha tagliato un traguardo storico: il ritorno 20 anni dopo in Prima Divisione.

«Era un risultato a cui tenevo in modo particolare. Sono felice che queste splendide ragazze mi abbiano fatto un regalo meraviglioso. È davvero un gruppo fantastico che ha superato ogni ostacolo e che di fronte alle difficoltà ha saputo esaltarsi vincendo il campionato con pieno merito. L’ultima volta di Concordia sulla Secchia in Prima Divisione risale agli anni 1994-1996, per me è quasi difficile ricordare quell’epoca».

«Non è stato facile quest’anno - prosegue Negrelli - abbiamo giocato le partite casalinghe a San Giacomo delle Segnate, nel Mantovano, causa i danni del terremoto del 2012 che ha reso inagibile il nostro impianto. Ci siamo allenati a Villa Poma e Quistello in una tenso-struttura assieme ad una squadra maschile, senza addirittura la rete a disposizione. Ed ora siamo a celebrare la promozione della squadra in Prima Divisione».

Tanti dirigenti avrebbero chiuso o almeno sospeso l’attività, ma per Erminio Negrelli è stata solamente l’ennesima sfida da vincere come tante in passato. Quest’anno l’attività è stata svolta nella palestra di San Giacomo delle Segnate e presso una tenso-struttura di Concordia. Gli spazi in palestra sono stati sempre pochi ma sfruttati al meglio e tutto questo ha permesso ad una squadra straordinaria di vincere alla grande il campionato di Seconda Divisione Femminile 2013/14 precedendo di 3 punti l’Anderlini. Tanti i sacrifici, immensi, fatti da un gruppo di ragazze straordinarie che sono il fiore all’occhiello di Concordia. Una squadra che ha insegnato a tutti come si affronta la vita in uno dei momenti più difficili della storia, non solo sportiva, del paese. Concordia deve essere orgogliosa di un gruppo come questo.

E il premio per tanti sacrifici è già pronto: «Da settembre si rientra finalmente a Concordia nel nuovo fantastico Palazzetto dello Sport che ormai è quasi concluso. Per noi un sogno».

Nella foto: in piedi da sinistra, Erminio Negrelli, Nora Lanzoni, Lisa Maini, Elisa Magnani,

Eleonora Covifava, Krizia Barbieri, Martina Pelatti, Marina Bulgarelli, Valentina Ferraresi, Giulia Diodati, Valeria Buzzi, il primo allenatore Saul Negrrelli.

In ginocchio: il secondo allenatore Gabriele Gibertoni, Alessia Paltrinieri, Claudia Russo Elena Polacchini, Valentina Gavarini.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon