Quotidiani locali

Castelfranco cala il tris

Serie C Gold. Piegata in trasferta la Ghepard. Troppo Titano per la Psa

Il big-match della giornata prema la Copra Elior che stoppa la capolista Tigers 81-68 nel posticipo del lunedì e sale al secondo posto a -2 dalla capolista che resta solitaria al comando. Dietro allungano anche BMR Scandiano e NPC Imola. Netto l’81-61 con cui la BMR regola la Madel in una gara a senso unico, mentre più tirato il successo della NPC sull’immediata inseguitrice Despar per 79-73 figlio di un break decisivo di 10-0 nell’ultimo quarto.

Si mantiene nelle prossimità della zona playoff anche l’Asset Banca che strapazza una Nuova PSA Modena che non riesce ancora a ritrovare il bandolo della matassa per 90-52 e che ad un roster già limitato in settimana ha perso anche Marra passato alla Tecnofondi Carpi.

La PSA gioca solo un tempo, troppo poco per poter impensierire una delle squadre di vertice del campionato di serie C Gold. Ormai sta diventando un brutto vizio la partenza dei modenesi, dopo soli 7’ si spegne il tabellone segna punti con i padroni di casa già avanti 19-6, ci vuole mezz’ora per ripristinare il tutto, ma il copione è sempre lo stesso e sulla prima sirena Modena è sotto di 19 (10’ 29-10). Il mini-break serve a cambiar faccia alla PSA (Burresi 13, Biscaro 11, Frilli 10), dalla panchina si toccano i tasti giusti e Modena risponde finalmente a tono sul parquet. Biscaro e Burresi trovano i buchi giusti per buttarsi in area avversaria e quando mancano 3’ alla pausa lunga la PSA è a –13. Ma la spinta modenese si esaurisce qui, dopo l’intervallo San Marino ricomincia a volare mentre Modena arranca con fatica fino al 90 a 52 finale.

Terzo successo in fila invece per Castelfranco Emilia che prende confidenza, conferma i progressi rispetto al girone di andata e si impone nettamente sul fanalino Ghepard per 66-97. Il primo quarto è ben giocato da entrambe le squadre, con Ghedini pronto a rispondere ai canestri di Zucchini (10’ 18-17). E’ nel secondo quarto la chiave del match, Villani e Tedeschini trovano facilmente la via del canestro e sono buone le percentuali di tiro dal perimetro di Zucchini e Tomesani che di fatto chiudono il match (20’ 30-47).

Il Ghepard nel terzo quarto prova a reagire, con raddoppi sistematici sul pick&roll, che portano a qualche palla recuperata, ma le percentuali di tiro non sono sufficienti per ridurre lo svantaggio ed Il tempo si chiude in sostanziale equilibrio (30’ 50-70).

Nel quarto finale i falli limitano la Ghepard, Castelfranco (Tomesani e Tedeschini 17, Zucchini 16, Lavacchielli 11, Righi 10) non cala il ritmo ed il divario cresce fino al +31 finale.

Vittoria che però lascia Castelfranco per il momento al terzultimo posto, visto il successo della Scirea sul La.Co Ozzano per 86-81 a cui non bastano i 30 punti di Gianasi.

Scappa da Castelfranco anche Pontevecchio che si mantiene due punti avanti la formazione biancoverde grazie al successo per 71-68 sul Fiorenzuola maturato solo nel finale.

Questa la classifica dopo la 17a giornata: Tigers Forlì

26; Copra Elior LPR Piacenza, BMR Scandiano, NPC Imola 24; Despar Ferrara, Asset Banca San Marino 22; Madel Salus Bologna, Fiorenzuola 1972 18; La.Co Ozzano 14; G.Scirea Bertinoro, Pontevecchio Bologna, Nuti S.Lazzaro 10; Polisportiva Castelfranco 8; Nuova PSA Modena 4; Ghepard Bologna 2.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon