Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Caliumi: «Spero finisca come nel ’76»

Carpi Calcio

Caliumi: «Spero finisca come nel ’76»

Il presidente era un giovane giocatore biancorosso nel derby vinto 2-0 al Cabassi

E’ l’8 febbraio del 1976, il Carpi ospita al Sassuolo allo stadio Cabassi. Siamo nel girone D nel campionato Interregionale ben lontani dal palcoscenico che, esattamente quarant’anni dopo, le due squadre si troveranno a calcare domenica. Ebbene, tra i protagonisti di quel freddo derby carpigiano c’era anche un certo Claudio Caliumi. Giovanissimo terzino, alla prima esperienza con i grandi, e ora presidente del club di via Marx: «Anche quelli erano bei tempi – dice -, almeno per il sottoscritto. Ero poco più che un ragazzino e avevo la passibilità di giocare nella squadra della mia città, certo è che adesso il sapore della serie A è davvero speciale. Fatto sta che quella partita la ricordo molto ma molto bene». Un 2-0 per i biancorossi firmato da Tiziano Ascagni e pure da Salvatore Bagni: «Sarebbe bello che anche domani la partita finisse con una nostra vittoria, abbiamo bisogno di punti per la corsa alla salvezza. Capisco però che non sarà facile, affrontiamo una squadra che sta lottando per l’Europa League. I valori dei nostri avversari sono importanti e, appunto, sono certificati dalla classifica. Evidentemente il Sassuolo è favorito, ma comunque il Carpi scenderà in campo per giocarsi le proprie carte e sfruttare al meglio l’ottimo momento che sta attraversando». La squadra di Castori, infatti, si presenta alla sfida in uno dei migliori momenti del campionato: «I ragazzi negli ultimi mesi hanno raccolto i frutti del loro lavoro. Stanno facendo vedere ottime cose e ora siamo in corsa per la salvezza». A proposito della lotta per mantenere la serie A: «Per noi non è cambiato nulla rispetto ad alcuni mesi fa. O almeno non è cambiato a livello di impegno e intensità nel lavoro quotidiano. La squadra vive alla giornata

e non guarda la classifica: così faceva nei momenti più complicati della stagione e così sta facendo anche in questo periodo». Per chiudere ecco chi potrebbe essere l’uomo derby, almeno secondo Caliumi: «Sansone o Berardi da una parte, Lollo dall’altra. Anche se non è mai bello fare nomi».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon