Quotidiani locali

Frignano Day, che show

Atletica. Ben 150 bambini hanno preso parte alla manifestazione di Pavullo

Una lunga giornata di atletica e sorrisi per celebrare un anno vissuto da protagonisti. Il campo d'atletica dello Stadio Minelli di Pavullo ha ospitato mercoledì la prima edizione dell'Atletica Frignano Day, una bella festa nata per festeggiare le imprese dei giovani atleti pavullesi nel corso dell'ultima stagione agonistica.

C'erano proprio tutti i giovani talenti pavullesi che da qualche anno stanno trascinando il movimento atletico locale fino alle più alte vette nazionali ed internazionali. I ragazzi dell'Atletica Frignano, per celebrare quest'annata strepitosa, hanno coinvolto tutti i centri estivi di Pavullo radunando oltre 150 bambini.

Festosi ed agguerriti, i bambini hanno gareggiato nelle varie stazioni di gioco/gara organizzate: 60 metri, lancio del vortex, salto in lungo, 200 e 400 metri. Al termine, cocomerata per tutti i bambini, prologo alla cerimonia degli scudetti, durante la quale i bambini dell'Atletica Frignano hanno affisso sullo scudetto gigante societario i ben 22 titoli nazionali conquistati dai campioni pavullesi.

L'ultimo, in ordine di tempo, quello conquistato da Francesca Bertoni lo scorso giugno a Rieti. Un tricolore assoluto sui 3000 siepi, fiore all'occhiello di un'annata che ha visto la conscrazione a livello nazionale della giovane atleta pavullese, laureatasi il mese scorso anche campionessa italiana universitaria nelle siepi. Stagione che era iniziata con l'esordio in nazionale assoluta di Parigi a settembre, prima pavullese nella storia e proseguita con il bronzo a squadre nell'europeo under 23 di cross a Hyéres. Insieme a lei, era stata protagonista in azzurro un'altra pavullese doc, Christine Santi, da un paio di stagioni portacolori dell'Esercito e ci aveva poi pensato Alessandro Giacobazzi a formare il tris d'assi pavullese a Hyéres, con il suo argento a squadre nella categoria maschile. Un 2016 che ha sancito anche per Alessandro la definitiva esplosione, con il titolo italiano promesse di Castelporziano nei 10.000 metri su pista.

Per lui, anche due argenti pesanti, quello, con personal best, nella 21 km promesse di Fucecchio e quello nei 10.000 metri ai Giochi del Mediterraneo under 23 di Tunisi, oltre ai personali in pista su 5000 e 10000 metri.

Bertoni e Giacobazzi che vantano nel palmares azzurro 2016 anche un terzo e quarto posto a squadre ai mondiali di cross universitari di Cassino. E' stato anche l'anno a stelle e strisce di Simone Colombini, da agosto approdato alla Kennesaw State University, in Georgia, per un quadriennio da studente-atleta.

Ed è stata stagione di grazia anche per Chiara Casolari, che ha ritoccato i personali negli 800 e 1500 metri, firmando a marzo uno storico bronzo proprio nei 1500 metri agli italiani assoluti indoor di Padova. I cinque moschettieri pavullesi hanno parlato delle loro esperienze di vita e sport ai ragazzini pavullesi, per poi premiare ciascuno una categoria di bambini in gara, sotto gli occhi di Mauro Bazzani, deus ex machina dell'Atletica Frignano e del Presidente Rolando Tonioni. Interventi anche delle autorità, dal

neo sindaco Luciano Biolchini al consigliere allo sport Gianluca Vignocchi.

Degno finale della manifestazione, nata dalla collaborazione fra Atletica Frignano, ColorApp e Consulta Comunale dello Sport di Pavullo, le classiche crescentine per tutti i partecipanti.

Filippo Franchini

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro