Quotidiani locali

Il Carpi è atteso al bivio di Frosinone

Una sfida chiave per le ambizioni biancorosse. Castori: «Dobbiamo trasformare l’effetto Matusa in nostro favore»

Serve ritrovare punti e serve ritrovare quel gioco verticale, ed efficace, che soprattutto nelle ultime stagioni ha sempre contraddistinto il Carpi. Ecco quali sono le necessità più urgenti dei biancorossi che questo pomeriggio, fischio di inizio alle 15, saranno impegnati in casa del Frosinone. Appuntamento non facile visto che i ciociari, oltre che occupare il secondo posto in classifica ad un solo punto dal Verona, stanno vivendo un periodo positivo. La formazione di mister Fabrizio Castori, dunque, oltre che un avversario lanciatissimo si troverà anche a battagliare con un ambiente davvero caldo e carico di aspettative. Al “Matusa”, infatti, dovrebbe esserci il clima delle grandi occasioni. Ne è ovviamente consapevole anche il tecnico biancorosso che comunque non è tipo da spaventarsi, anzi: «Sappiamo che ci attende una partita difficile contro un grande avversario e su un campo ostico in cui il Frosinone ha costruito tante sue fortune in questi anni. Dovremo essere bravi a trasformare il fattore ambientale in uno stimolo in più: storicamente, i campi caldi e le partite difficili ci hanno sempre esaltato, facendo tirare fuori il massimo ai ragazzi in termini di concentrazione e agonismo». Da cancellare, come si diceva, ci sono le recenti uscite stagionali che hanno portato i biancorossi fuori dalla zona playoff. L’appuntamento con la vittoria manca dal 17 dicembre e in più negli ultimi due turni sono arrivati altrettanti ko, una prima assoluta almeno per quanto riguarda questa stagione. Dati e date che comunque non impensieriscono Castori, l’obiettivo dell’allenatore è esclusivamente puntato sulla gara di oggi: «La delusione per le ultime sconfitte si smaltisce tornando a fare risultato, questo è poco ma sicuro. La squadra ha lavorato bene e con entusiasmo anche questa settimana». Dunque la ricetta: quello che si deve e non si deve fare per uscire immediatamente da una situazione che è sì complicata, ma non ancora critica. «Qualche sbavatura ci è costata cara negli episodi determinanti col Cesena – sottolinea l’esperto allenatore del Carpi - errori che al “Matusa” non ci possiamo permettere». Difficile poi capire quale sarà la formazione anti-Frosinone, come di consueto Castori cerca di non dare indicazioni anche se da sciogliere ci sono ancora alcuni dubbi. Fatto sta che sono queste le uniche dichiarazioni sul possibile

undici che scenderà in campo questo pomeriggio: «I nuovi hanno avuto sette giorni in più di lavoro col gruppo per integrarsi ulteriormente, inoltre recuperiamo qualcuno come per esempio Gagliolo. Siamo dunque pronti ad affrontare la battaglia sportiva che ci attende».

Enrico Ballotti

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics