Quotidiani locali

Carpi, dopo il danno scongiurata la beffa:  paga solo Caliumi 

Il giudice sportivo squalifica il presidente biancorosso «Ho perso la pazienza, ma meglio io che un giocatore»

Dopo il danno, questa volta, non è arrivata la beffa. Il comunicato del giudice sportivo, basato ovviamente sul referto dell’arbitro Nasca, non ha portato in dote particolari provvedimenti verso i biancorossi. Un pizzico di timore, visto il turbolento derby contro la Spal, effettivamente serpeggiava in quel di Carpi. Non fosse altro per il precedente legato alla squalifica di Mbakogu (tre giornate poi ridotte a due) seguita alla gara col Frosinone diretta dallo stesso Nasca. A farne le spese il presidente Claudio Caliumi stoppato fino al 28 di questo mese “per avere, al termine del primo tempo, nello spazio antistante gli spogliatoi contestato l'operato arbitrale rivolgendo espressioni ingiuriose al direttore di gara”. «Dispiace – le parole del dirigente carpigiano – perché è sempre sbagliato arrabbiarsi con gli arbitri. Sono esseri umani e come tutti possono sbagliare, fa parte del gioco. Certe volte, però, si perde la pazienza e si finisce per dire cose che non si pensano nemmeno. Il mio comportamento è sicuramente da censurare, ma meglio se la squalifica è al presidente…».
I calciatori biancorossi, effettivamente, non figurano: «Semplicemente perché si sono comportanti nel modo opportuno, hanno capito la situazione e hanno capito che bisognava mantenere i nervi saldi. Non sono stati puniti perché sono riusciti a rimanere calmi nonostante una situazione che si era fatta davvero complicata. Volevamo regalare una vittoria ai nostri tifosi ed invece ci siamo trovati sotto in quel modo dopo pochi minuti. Il tutto contro una squadra come la Spal che sta facendo un ottimo campionato e che, oltre ad essere molto forte, sta attraversando un periodo di grande entusiasmo. Devo dire – continua Caliumi – che in certi frangenti della partita la squadra non mi è nemmeno dispiaciuta. Poi è ovvio che quando sei in doppio svantaggio ti sbilanci
e rischi. Così è stato, me come dicevo non è proprio tutto da buttare anche se è arrivata quella sconfitta. Dunque prendiamo quanto fatto di buono e concentriamoci sulla gara di domenica col Perugia. Nella speranza, magari, di recuperare qualche infortunato».
Enrico Ballotti

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon