Quotidiani locali

arti marziali. accademia di castelnuovo rangone 

Mfc Mojahid Fight Combat sugli scudi 

Alla World Cup titoli per Cermaha e Khalid, Grassi oro in Coppa Italia

Un pezzo di Castelnuovo sul tetto del mondo. L’accademia di arti marziali Mfc Mojahid Fight Combat ,che si allena a Castelnuovo Rangone presso la nuova struttura della Polivalente di via Ciro Bisi, ha partecipato alla World Cup 2017 organizzata dalla Federazioni di Iaksa International, Fight Net, Fikm e Fesam. Una kermesse, quella di San Marino, che ha visto partecipare atleti provenienti da oltre 30 nazioni. E non sono mancate grandissime soddisfazioni per gli atleti in forza alla società castelnovese.
Il dodicenne Ennio Cermaha vinto la medaglia d’oro nella categoria di peso 40 kg nel K1 light, laureandosi quindi campione del mondo. Il tredicenne Youssef Rafik ha conquistato invece il bronzo nella stessa disciplina nel peso 65 kg. Nel K1 Light juniores, dopo una lunga battaglia, l'ha spuntata Farid Khalid, ora campione mondiale nella categoria 65 kg.
Soltanto un infortunio ha invece fermato Aziz Imaoui, 24enne, nel K1 Rules contatto pieno: per lui comunque è arrivata la medaglia d'argento.
Pochi giorni prima della World Cup disputata a San Marino, un altro atleta dell'accademia di arti marziali castelnovese, Alexy Grassi, aveva conquistato la medaglia d'oro nella Coppa Italia organizzata dalla federazione nazionale di Kung Fu (disciplina Sanda) disputata a Trani, inaugurando così un periodo di grandi soddisfazioni sportive per la scuola guidata dal maestro
Mohamed Mojahid, ex campione del Mondo di K1, Kick boxing e thai boxe e insegnante di K1 e Kick boxing.
Nella foto sopra: da destra a sinistra, il maestro dell'accademia Mohamed Mojahid, Ennio Cerma, Youssef Rafik, Khalid Farid, Aziz Imaoui, Alexy Grassia e il coach Abdelhadi El Faiz.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik