Quotidiani locali

serie a. il giustiziere dell’inter 

Iemmello: «Il futuro? Mi piacerebbe restare al Sassuolo»

Ha dovuto attendere gli ultimi atti del campionato per prendersi la copertina ma Pietro Iemmello ha saputo essere paziente, non solo bravo a farsi a trovare pronto: «Quando sono arrivato a Sassuolo...

Ha dovuto attendere gli ultimi atti del campionato per prendersi la copertina ma Pietro Iemmello ha saputo essere paziente, non solo bravo a farsi a trovare pronto: «Quando sono arrivato a Sassuolo - racconta il giustiziere dell’Inter - sapevo quale sarebbe stato il mio percorso, che avrei dovuto lavorare in allenamento e non mollare mai. I risultati arriveranno magari in futuro ma questa era la base da cui partire». E, a proposito di futuro, il lieto fine di questa prima avventura in neroverde dovrebbe valere già come una conferma che troverebbe d’accordo giocatore e società: «Ho firmato per cinque anni di contratto. Ovviamente mi vedrei ancora qui: aspettiamo le ultime due partite e poi tireremo le conclusioni». L’attaccante racconta dei modelli da imitare (“Da bambino guardavo Ronaldo, il Fenomeno, ora ci sono attaccanti diversi ma comunque fortissimi, come ad esempio Suarez e Higuain”) e della sua settimana speciale dopo la doppietta che ha steso l’Inter: «Sì, è stata una settimana diversa: quando segni, soprattutto se sei un attaccante, poi trovi un feeling e uno spirito diverso, non è solo una questione di testa». Poi Iemmello stila un bilancio della stagione neroverde: «È stato un anno particolare, per non dire difficile. L’Europa League è stata una novità per tutti e abituarsi ai ritmi sia degli allenamenti che dei recuperi ha influito molto. Poi, anche dal punto di vista della fortuna, ci possono essere annate positive e negative: sicuramente in questa stagione gli infortuni non ci hanno aiutato. Il Sassuolo di questi ultimi due mesi è lo specchio del vero Sassuolo, perché in questo periodo s’è riusciti a lavorare quasi sempre tutti insieme e con la forma ottimale».
Per il bilancio personale, invece, Iemmello chiede di attendere le ultime due gare: «Aspettiamo queste due partite, magari c’è una gara che ti può cambiare la stagione, in positivo o in negativo. Forse avrei
potuto fare anche di più ma alla fine non sta a me giudicare: e poi attendiamo le ultime due gare per vedere come andrà. La sfida di domenica? Anche il Cagliari non ha obiettivi di classifica, verranno a giocare la loro partita: ma noi ci teniamo a chiudere al meglio».
Giacomo Gullo

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie