Quotidiani locali

Marchisio spinge la Juve «Col Crotone altra finale» 

Dopo la vittoria della Coppa Italia i bianconeri ora puntano al campionato Un successo domenica contro i calabresi e sarà lo storico sesto scudetto di fila

TORINO. Conquistata la Coppa Italia, la terza consecutiva, la Juve si rituffa nel campionato per chiudere il discorso scudetto già col Crotone. Fallito il primo match point con la Roma, i bianconeri sono rientrati nella notte dalla capitale e hanno subito iniziato a preparare una partita facile solo sulla carta.
Con i calabresi invischiati nella lotta per non retrocedere, servirà la migliore Juve per cucirsi addosso il sesto scudetto consecutivo. Il percorso,dal 2010 a oggi, è di quelli che «ci ha reso estremamente orgogliosi per i risultati raggiunti fuori e dentro il campo», riassume il presidente Andrea Agnelli. Si unisce ai complimenti anche mister Allegri. «Non c'è successo che non si conquisti con la fatica, complimenti ragazzi, questa terza Coppa Italia di fila è tutta per voi», twitta il tecnico bianconero prima di tornare a puntare la partita di domenica. Nessuna squadra, nella storia del calcio, ha vinto sei scudetti consecutivi, proprio come mai era capitato che la stessa formazione alzasse per tre anni di fila, e per giunta in contemporanea, la Coppa Italia. «Spero che i nostri tifosi siano concentrati come noi sulla partita di domenica - sottolinea Claudio Marchisio, tornato a sorridere in campo dopo un periodo buio -: per noi sarà come un'altra finale e vogliamo vincere il sesto scudetto consecutivo». La Champions e la finale di Cardiff sono ancora lontane, per un triplete che tutti in casa Juve sognano. Ma di cui nessuno vuole parlare. «Vincere un'altra volta la Coppa Italia era il primo dei nostri obiettivi, ma manca poco al nostro prossimo obiettivo, il campionato, su cui vogliamo immediatamente concentrarci» osserva Neto, portiere di riserva protagonista in Coppa Italia, a dimostrazione della forza del gruppo. Cambiano i giocatori, cambia il modulo ma la fame dei
bianconeri è sempre la stessa. Soprattutto nei senatori, come Dani Alves, autore contro la Lazio del gol del vantaggio. «Aveva bisogno di adeguarsi alla parte tattica ma ha vinto tanti trofei, ha esperienza, carattere e personalità - dice Marchisio - è un punto di forza di questa Juve».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro