Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Il nuovo Carpi parlerà pugliese

Carpi Calcio

Il nuovo Carpi parlerà pugliese

Il diesse Lauriola e il tecnico Calabro chiamati a programmare il futuro del club

CARPI Parlerà pugliese lo staff tecnico biancorosso nella nuova stagione di Serie B. Da lì provengono infatti sia Matteo Lauriola che Antonio Calabro. Salvo colpi di scena, saranno rispettivamente direttore sportivo e allenatore del Carpi. Prenderanno il posto di Giancarlo Romairone, che ieri ha trovato l’accordo col presidente del Chievo Luca Campedelli, e di Fabrizio Castori, artefice del miracolo promozione. Per l’ufficialità di entrambi occorrerà attendere ancora qualche giorno, ma è difficile che qualcuno o qualcosa possa far saltare il banco. Lauriola è uomo di fiducia di Cristiano Giuntoli, attuale ds del Napoli. Un alleato formidabile alla scoperta di nuovi talenti, anche per l’esperienza maturata in vari settori giovanili (come Lecce e Torino). La sua ultima avventura da ds è stata al Latina. Laureato in Economia e Commercio, 51 anni, toccherà a lui prendere in mano una rosa plasmata proprio dal Giuntoli, passata quasi indenne da Sean Sogliano e Romairone. Il secondo tassello della nuova stagione sarà per forza l’allenatore. L’aria da “fine ciclo”, in un qualche modo confermata anche dalle parole del patron Stefano Bonacini, seppur con toni sfumati, fa pensare che sia chiusa l’esperienza di mister Fabrizio Castori alla guida del Carpi, dopo 196 punti in 129 partite ufficiali tra coppa e campionato. Ieri è andato in onda un vero e proprio valzer di panchine con tre squadre coinvolte direttamente: Empoli, Novara e Carpi. Al centro del balletto l’incontro conoscitivo tra l’Empoli e Calabro. I toscani, infatti, perso Moreno Longo (al Frosinone) e Vivarini, già dato per certo al Novara, si erano orientati sull’ex Francavilla. A sparigliare il tavolo è arrivata la rottura tra i piemontesi e Vivarini, che si è di nuovo riavvicinato all’Empoli lasciando campo libero al Carpi per Calabro, che nel frattempo aveva rifiutato il Cosenza, squadra neo promossa in Lega Pro, e allontanato le sirene di Arezzo, Catania e Siena. Il Novara potrebbe ora puntare su Mimmo Di Carlo. Il calcio intenso e grintoso messo in mostra dal Francavilla di Calabro sembra abbia convinto la società a puntare su di lui nonostante la giovane età (’76).

RITIRO In questa settimana il Carpi deciderà date e luogo del ritiro estivo pre-campionato. Le prime indiscrezioni dicono che la sede non sarà Pergine Valsugana, cioè quella scelta nella passata stagione. La data del ritrovo è tradizionalmente vicina al 10 luglio.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon