Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
$alttext

Modena Calcio

SPARATE E BLUFF 

Da Commini ai cinesi: il patron continua a regalare perle

Antonio Caliendo ama scherzare e lo fa senza risparmiarsi. Allora lo aiutiamo a ricordare tutti i suoi scherzi, almeno quelli più clamorosi che hanno attirato l’attenzione a livello nazionale.Commini...

Antonio Caliendo ama scherzare e lo fa senza risparmiarsi. Allora lo aiutiamo a ricordare tutti i suoi scherzi, almeno quelli più clamorosi che hanno attirato l’attenzione a livello nazionale.

Commini revolution

Caliendo compra il Modena da Casari e presenta Stefano Commini come il nuovo che avanza nel calcio. «Rivoluzioneremo il calcio italiano, dimostreremo che col calcio si può guadagnare e non perdere». Bello. Peccato che Commini fosse una meteora che non aveva nulla a che fare col Modena e che la rivoluzione annunciata sia stata un bluff.

Il divin codino

Inizia l’era Caliendo e serve un allenatore di grido. Ecco il colpo: Roberto Baggio. Tutt’Italia ne parla, peccato che Baggio non abbia mai preso in considerazione l’idea di allenare i gialli.

Scherzetto al Pavanotti

Nel terzo anno di Caliendo in B c’è la rottura con Novellino che l’anno prima aveva sfiorato la A. Entrano in corsa Pavan e Melotti. Ma alla vigilia di Latina, ultima giornata, nel tentativo di evitare i playout, silura il Pavanotti e richiama Novellino. Che a Latina non va. Pavan, tornato in Friuli, e Melotti, spettatore a un torneo di Soliera, vengono richiamati a sorpresa e rispediti in panchina. Salveranno i gialli ai playout con l’Entella.

Sceicchi e cinesi

Nel 2014 Caliendo fa trapelare che al Braglia sarà presente uno sceicco e che ci potrebbe essere una possibilità. Lo sceicco Al Nakheel esiste, ma non ha interessi sul Modena. Questa settimana la foto, fatta diffondere agli organi di informazione, che ritrae Caliendo insieme a due cinesi, ignari dello scherzetto e per nulla interessati al Modena, che finiscono sui media come potenziali compratori. Uno è un barista di Nonantola e ci resta male: «Faccia a modo, presidente».

Il sogno di Ebagua

Il Modena lo vuole: è fatta. Ma nella notte prima di abbracciare la maglia gialloblù, il “Toro” tradisce Caliendo per colpa di un sogno. Probabilmente ammaliato dal canto delle sirene pugliesi finisce al Bari.

Galabinov e Trezeguet

Il centravanti del Livorno, potrebbe essere un colpo di mercato di gennaio in B. Ci siamo, Caliendo ha pronti 600mila euro, ma il padre ci si mette di mezzo e l’affare salta. Caliendo sventola un foglio: non è un contratto saltato, solo il permesso di Spinelli a trattare il giocatore. Ed eccoci a Trezeguet, ex pupillo del Caliendo procuratore. Il patron lo vuole come bomber, ma David ha dimenticato le scarpette in India e smette di giocare.

Sfratto al Carpi e controsfratto

Col Carpi in A, Caliendo deve condividere il Braglia coi biancorossi. Che
un bel giorno si presentano a Modena per allenarsi ma trovano lo stadio chiuso. Rispediti al Cabassi.


Ma chi di stadio ferisce... Oggi è il Comune ad aver sfrattato Caliendo perchè lo scherzetto delle rate del mutuo non pagate non è andato giù a Muzzarelli e Guerzoni.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare