Quotidiani locali

Chiamata mondiale per Bertoni e Lukudo

Atletica leggera. Le due stelle della Fratellanza ai campionati di Londra Francesca: «Mi preparo a Pavullo». Raphaela: «Una soddisfazione enorme»

MODENA. Ci saranno due modenesi nell’Olimpo dell’atletica leggera, che si riunirà dal 5 al 13 agosto a Londra per i Campionati del Mondo. Francesca Bertoni e Raphaela Lukudo vestiranno la maglia azzurra in quello che per tutti gli atleti rimane uno dei più grandi sogni della carriera. Le due atlete della Fratellanza proseguono a braccetto un percorso agonistico che le ha viste condividere successi, fatica e sacrifici sin da ragazzine, fino alle recenti soddisfazioni di rappresentare l’Italia in Coppa Europa a Lille e conquistare i titoli italiani assoluti a Trieste nelle rispettive specialità.

FRANCESCA BERTONI. La pavullese è al settimo cielo. Ci sperava, sotto sotto, senza giustamente farne nemmeno troppo mistero. L’exploit di Lille a fine giugno nei 3000 siepi, aveva proiettato l’allieva del professor Gigliotti nell’élite internazionale. Quel 9’43”80 corso a viso aperto, in maniera sfrontata e senza paura aveva sgretolato il suo precedente personale di oltre 6”, restituendo all’Italia non solo la terza prestazione all time di specialità, ma una nuova protagonista di livello internazionale. Non era stato sufficiente per centrare il minimo fissato per i mondiali (9’42”), ma il pass per Londra è arrivato grazie al meccanismo del Target Number. Di fatto, una graduatoria di ripescaggio su scala mondiale fra gli atleti fuori dal minimo, stilata in base al gap del personal best rispetto al minimo stesso: 45 posti, stabiliti dalla IAAF per le siepi visto l’esiguo numero di siepisti qualificati di diritto. Francesca era la numero 44 della lista e la chiamata ha visto la Fidal rispondere affermativamente alla sua convocazione. Gareggerà venerdì 11 agosto alle 22.25. «E’ un sogno che si avvera - gioisce Francesca - per me si tratta di un’opportunità immensa, un’esperienza che mi elettrizza ed ovviamente un po’ mi agita. Gareggiare nel palcoscenico più importante del mondo, con il meglio del pianeta: un onore. Me la giocherò al massimo, non ho nulla da perdere, ma tantissimo da imparare e di cui fare tesoro per il futuro. Sto bene, mi sento al top e trascorrerò questi ultimi giorni prima della partenza al fresco di Pavullo per fare il pieno di energia e carica».

leggi anche:

RAPHAELA LUKUDO. Il regalo di compleanno è arrivato quest’anno con due giorni d’anticipo. La soldatessa cresciuta nel Molliccio Cittadella compirà domani 23 anni ed avrà una ragione in più per far festa, dopo la chiamata in azzurro di ieri per i mondiali londinesi. Raphaela è parte della staffetta 4x400, insieme alle compagne Chigbolu, Folorunso, Caravelli, Grenot e Spacca: 6 atlete per le 4 frazioni che solo la scelta tecnica della Federazione individuerà per scendere in pista domenica 13 agosto, alle 21.55. «La convocazione in Coppa Europa a Lille era stata una gioia immensa - il commento della Lukudo - questa convocazione ai mondiali di Londra è il più bel regalo di compleanno di sempre».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro