Quotidiani locali

Modena, sarà un inizio tutto in salita

Esordio a San Benedetto del Tronto, prima casalinga contro il Vicenza poi derby contro la Reggiana al Mapei Stadium

Tre giornate di fuoco. Solo questo ha partorito la Lega Pro per il Modena dopo che l’accoglimento da parte del Coni del ricorso presentato dal Rende, con conseguente riammissione dei calabresi al campionato, ha stravolto tutti i programmi della prossima serie C. Il calendario completo non c’è e sarà pubblicato solo il 24 agosto, al termine del Consiglio Federale, con un possibile nuovo problema all’orizzonte: il ricorso del Lumezzane, altra società che ha ricorso al Coni per la riammissione pur essendo stata bocciata ieri dal Tar del Lazio. C’è poi la minaccia dell’Assocalciatori (Aic) di scioperare nella prima giornata, per la riduzione degli “over” in lista da 16 a 14 nonché per la scelta di non mantenere il format della C a 60 squadre. Se il campionato inizia sotto pessimi auspici, quello del Modena ancora di più: con una rosa ancora ridotta all’osso e senza uno stadio in cui giocare almeno il debutto casalingo (si legga l’articolo in cronaca, ndr), l’ulteriore mazzata è arrivata dal calendario delle prime tre giornate.

AVVIO DA INCUBO. Il via del campionato dei canarini, domenica 27 agosto, sarà un déjà vu per Ezio Capuano: il tecnico tornerà infatti nel luogo del suo esordio sulla panchina del Modena, San Benedetto del Tronto. Lo stadio “Riviera delle Palme” sarà il teatro della prima ufficiale di Popescu e compagni. Una settimana dopo, domenica 3 settembre, in calendario ci sarebbe la prima gara casalinga. Sarà invece un’altra trasferta, vista l’indisponibilità del Braglia, e vedrà il Modena sfidare una delle formazioni più attrezzate del girone quale è il Vicenza. Dove si giocherà è un mistero che andrà risolto in fretta, perché alla Lega Pro non è arrivata alcuna modifica all’indicazione dello stadio Braglia come sede di gioco. Non bastasse, ecco il derby alla terza giornata: domenica 10 settembre è infatti in programma Reggiana-Modena al Mapei Stadium. Non ci sarebbe potuto essere inizio peggiore per un Modena che dovrà già recuperare una penalizzazione pesante.

GIRONE E ORARI. Il ripescaggio del Rende ha spinto la Lega Pro a modificare i tre gironi, diventati tutti da 19: il Renate passa dall’A al B, dunque con il Modena. Ciò significa che nel corso della stagione ogni squadra dovrà osservare un turno di riposo sia all’andata che al ritorno. Modificati rispetto alla stagione scorsa anche giorni di gioco e fasce orarie nei tre trimestri. I canarini, che l’anno scorso iniziarono il campionato al sabato, in questa stagione fino a novembre saranno impegnati di domenica alle 14,30 o alle 18,30. Il direttore generale della Lega Pro, Francesco Ghirelli, ha però sottolineato che per le prime giornate, quando ci sarà ancora caldo, la fascia oraria sarà probabilmente solo quella delle 18,30.

PLAYOFF E PLAYOUT. La novità più importante riguarda le retrocessioni in D: saranno 6 anziché 9 (per ripristinare il format a 60 squadre nel prossimo campionato) e nessuna di queste sarà
diretta. Playout quart’ultima-ultima e penultima-terzultima, con le perdenti retrocesse. Le promozioni dirette restano ovviamente tre, mentre la formula dei playoff cambierà: sempre 28 le partecipanti, ma primo turno tra le squadre di ciascun girone.


Marco Costanzini

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare