Quotidiani locali

Idee Cesarini e Coly per il Carpi che aspetta Ligi

Il dg Scala: «Presi tantissimi giovani per garantire un futuro  al club e adesso cerchiamo alcune pedine di esperienza» 

La partenza di Leonardo Morosini verso Avellino, destinazione prediletta dal patron del Genoa Enrico Preziosi, costringe il Carpi ad ingegnarsi per aggiungere la componente imprevedibilità alla propria rosa. Filippo Falco (’92, Bologna) e Mattia Aramu (’95, Torino) rischiano di essere fuori portata per questioni di ingaggio e ambienti vicini alla società smentiscono pure l’interesse uscito nella giornata di ieri per Alessandro Cesarini (’89, Reggiana), giocatore che ha già incrociato due volte la strada con il Carpi nella stagione 2011-12 in Prima divisione Lega Pro. Il Viareggio, nel quale giocava, perse due volte, ma la prima solo su delibera del Giudice dopo la vittoria per 3-2 sul campo, con una rete proprio a sua firma. Probabile che in via Marx si scelga, per questo tipo di pedina, di attendere l’ultima settimana di calciomercato per sfruttare qualche last minute. Il tempo stringe, invece, per sistemare la difesa. L’ultimo nome spuntato è quello del senegalese Mohamed Coly del Parma: piace anche a Brescia e Ternana. Per Alessandro Ligi (’89) occorre attendere che il Cesena sia certo di poter chiudere con Michele Rigione, che sostituirebbe in rosa proprio il difensore centrale. Il ds Rino Foschi deve definire col Chievo Verona la ripartizione dell’ingaggio, poi libererà Ligi, col quale in parallelo tratta la buonuscita e la risoluzione del contratto con scadenza 2018. Tutto confermato dalle parole pronunciate da Matteo Scala lo scorso mercoledì: «Ligi è un giocatore del Cesena e finché non si libera non possiamo fare nulla». In quella data, l’ospitata negli studi di Sportitalia è stata anche l’occasione per fare il punto sul mercato: «Il Carpi è una piccola squadra - ha detto il direttore generale - e dobbiamo lavorare facendo crescere i giovani come è stato fatto nelle ultime stagioni, in cui abbiamo raccolto ottime plusvalenze che hanno dato serenità e tranquillità dal punto di vista economico. Abbiamo preso tantissimi giovani che potranno garantire un futuro al club, ora cerchiamo alcune pedine d'esperienza». Per tutti gli altri nomi usciti in questi giorni, da Michelangelo Albertazzi (’91, Verona), fino a Michele Fornasier (’93, Pescara) i tempi non saranno comunque brevi. A centrocampo, rimane vivo l’interesse per Andrea De Falco (’86, Benevento) che potrebbe rappresentare una alternativa sia da mediano che da interno. Per il passaggio di Lamin
Jawo alla FeralpiSalò occorrerà invece attendere. Vista la lunga squalifica di M’bala Nzola e con Cristian Carletti ancora in fase di recupero, il gambiano potrebbe infatti tornare utile per la prima di campionato contro il Novara.

Fabio Garagnani

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie