Quotidiani locali

Federico e Veronica, storia d’amore sotto rete a Modena

Lui ha scelto di lasciare Perugia e giocherà nell’Azimut Lei arriva da Soverato e vestirà la maglia della Liu Jo

Federico Tosi e Veronica Bisconti sono innamoratissimi, hanno la stessa età, praticano lo stesso sport, ricoprono lo stesso ruolo e, da quest'anno, giocheranno insieme a Modena. I liberi dell'Azimut e della Liu Jo hanno coronato il loro sogno di vivere insieme, dopo tre anni in cui si sono visti pochissimo per via dei loro impegni professionali. Una storia d'amore che è nata però lontana dai campi da pallavolo, ma è sbocciata sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta, in Toscana.

«Ci siamo conosciuti tre anni fa in Versilia – racconta Veronica Bisconti – io ero lì in vacanza e ci ha presentato un amico in comune. Non ci conoscevamo, anche perché non seguo tanto la pallavolo maschile e non sapevo chi fosse».

Per Tosi nell'ultimo triennio le esperienze a Città di Castello, Milano e Perugia, mentre per Bisconti Monza, Villaverla e Soverato. Vedersi, quindi, difficilissimo.

«L'anno peggiore è stato lo scorso dove io giocavo in Calabria, per sei mesi non ci siamo praticamente mai visti. Quest'anno giocheremo nella stessa città. Siamo felicissimi, non abbiamo ancora realizzato. Io sono stata contattata dalla Liu Jo un paio di settimane finito il campionato, ovviamente ho risposto sì in pochissimo tempo. Tosi, invece, ha trovato l'accordo con l'Azimut dopo di me. Io parlo poco di pallavolo al di fuori degli allenamenti e delle partite, specialmente se le cose non sono andate benissimo preferisco distrarmi e fare altro».

«Io sicuramente parla di volley molto di più – spiega Federico Tosi – anche se sono molto più bravo a dare consigli che ad ascoltarli. Molte vole consiglio anche le cose giuste, ma io non seguo quello che dico. Insomma, predico bene e razzolo male». Federico e Veronica sono innamorati anche del loro cane.

«Chok sicuramente ci lega moltissimo, ci dedichiamo spesso a lui. Poi ci piace guardare serie tv, andare al cinema e mangiare. Siamo degli appassionati della buona cucina».

Cosa cambierà nella loro quotidianità adesso che vivranno insieme?

«Credo che la routine della giornata rimarrà più o meno la stessa – racconta il libero dell'Azimut – durante la stagione io avrò i miei allenamenti e lei i suoi, sicuramente durante il giorno vedremo di più i nostri compagni di squadra. Quando tornerò a casa, però, troverò la mia compagna con la quale parlare e sfogarmi. Saranno momenti determinanti per staccare la spina e ritrovare le energie positive. Saremo di grandissimo aiuto l'uno per l'altro».

Per la giovane coppia di liberi, Modena sarà la prima città dove potranno vivere insieme. Una città che, in ogni caso, non dimenticheranno mai.

«Siamo a Modena già da una settimana e abbiamo avuto modo di conoscere questa città. Dobbiamo dire che è molto bella, ma diversi amici ce lo avevano
anticipato. Poi, per la pallavolo Modena è speciale, c'è poco da dire. Il Pala Panini è un luogo bellissimo ed è emozionante solo entrarci, figuriamoci che cosa vuol dire giocarci dentro. Ci aspettiamo tanto da Modena, ma il primo impatto è stato positivo e siamo veramente contenti».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie