Quotidiani locali

Una Marcialonga Running “modenese”

Tantissimi gli atleti di “casa nostra” tra i 1154 al via: Laura Ricci, quarta, e Lorenzo Villa, dodicesimo, i più veloci

CAVALESE (TN). Piaz de Sotegrava, nel cuore di Moena, domenica mattina era tutta un brulicare di runners modenesi. Il feeling fra la Ghirlandina e la Val di Fassa è affar noto, il “pianeta corsa” rafforza il concetto. Tantissimi i podisti di casa nostra che nel fine settimana hanno abbracciato l’edizione numero 15 della Marcialonga Running: 26 chilometri in cui tuffarsi a capofitto, da Moena a Cavalese, costeggiando il fluire del torrente Avisio immersi nello scenario da favola delle Valli di Fassa e Fiemme.

Laura Ricci sfiora il podio, chiudendo quarta nella gara femminile vinta in 1h35’23” dalla compagna di squadra della Corradini Ivana Iozzia. Francesca Venturelli e Chiara Galavotti sorridono sul podio di categoria, mentre al maschile è Lorenzo Villa il primo dei nostri, dodicesimo, con la copertina che spetta in 1h22’43” a Lahcen Mokraji.

Applausi gialloblù a Montaggioli, Carpenito e Grasso. A quest’ultimo vanno i galloni di Senatore della manifestazione, insieme al sassolese Pierluigi Roli ed altri 29 runners italiani, sempre presenti da 15 stagioni.

Non ha tradito le attese la Marcialonga podistica, che ha accolto al traguardo ben 1.154 atleti classificati, ringraziando il meteo per una domenica di grazia, con sole pieno e temperatura perfetta per correre, difficile da prevedere dopo la pioggia battente del sabato. Una corsa meravigliosa, opinione unanime. Una galoppata su pista ciclabile immersa nel verde, in dolce pendenza, che sospinge le gambe da Moena verso Predazzo, al decimo, poi ancora più giù fino al traguardo volante della mezza a Masi di Cavalese, passando attraverso i checkpoint di Ziano, Panchià e Lago di Tesero. 300 metri di dislivello negativo dalla partenza fino al 22° chilometro, prima del gran finale, 6 chilometri tutti in salita, che scortano fino al centro di Cavalese. Lo scenario delle Dolomiti sullo sfondo è la garanzia, ma da solo non basterebbe per sancire il successo dell’evento. La differenza la fa un’organizzazione impeccabile. Ogni dettaglio è presidiato: ritiro pettorali, parcheggio in zona partenza, expo riscaldato con servizi igienici impeccabili. Ristori sul percorso, ben 6 esclusi partenza ed arrivo, dal 7° chilometro alla mezza, con chiara identificazione di acqua, tè, integratori e volontari che assistono distribuzione dei bicchieri e raccolta del rifiuto. Trasporto sacca indumenti in zona arrivo, dove ristori alimentari e liquidi sono perfetti, così come spogliatoi, docce, massaggi e pasta party, fino alle navette gratuite, che a ciclo continuo e con attese nulle riaccompagnano gli atleti da Cavalese fino a Moena, alla partenza. Iscrizione gara a 30 euro. La percezione è di assoluta calma e linearità nel contorno: al podista è concesso il lusso di poter pensare solo a correre, peraltro in uno scenario incantevole. Merce rara. Ritornare l’anno dopo è parecchio facile, Modena conferma.

Ecco i finishers modenesi.

26 km uomini: 12. Lorenzo Villa (MDS Panariagroup) 1h32’07”; 52. Tonino Montaggioli (Formiginese) 1h42’43”; 57. Giacomo Carpenito (Modena Runners Club) 1h43’07”; 61. Claudio Silvestro Grasso (Formiginese) 1h43’23”; 89. Massimo Filippini (MRC) 1h46’32”; 180. Roberto Foligno (Madonnina) 1h53’39”; 185. Eugenio Zaccarelli (Pico Runners) 1h53’47”; 251. Mario Conserva (MRC) 1h57’43”; 293. Marco Medici (La Patria Carpi) 2h00’26”; 295. Lorenzo Faggioli (MRC) 2h00’28”; 304. Manuel Guerzoni (Pico Runners) 2h01’13”; 318. Massimo Tigri (Sassolese) 2h02’15”; 329. Luca Cavallini (UISP) 2h03’03”; 387. Alessandro Colombi (Pico Runners) 2h06’58”; 394. Piero Bertogli (3’30” Running Team) 2h07’09”; 486. Marco Pirani (Interforze) 2h12’10”; 494. Paolo Banfi (Campogalliano) 2h12’33”; 561. Massimiliano Gualtieri (MDS Panariagroup) 2h17’28”; 603. Ivan Barbieri (Torrazzo) 2h21’12”; 618. Davide Belluzzi (Mud&Snow) 2h22’00”; 623. Matteo Raimondi (Campogalliano) 2h22’08”; 631. Paolo Raimondi (Campogalliano) 2h22’44”; 634. Moreno Zironi (Sassolese) 2h22’59”; 654. Roberto Colombini (Castelnuovo) 2h24’27”; 658. Bruno Morabito (Sassolese) 2h24’45”; 692. Pierluigi Roli (Sassolese) 2h27’16”; 696. Graziano Cavani (Sassolese) 2h27’40’; 711. Manuel Guerzoni (Torrazzo) 2h30’17’; 770. Sandro Gianelli (Interforze) 2h38’03”; 781. Alessandro Ferrari (Cittanova) 2h40’18”; 797. Mauro Bellini (Sassolese) 2h44’01”; 803. Marcello Lanzotti (MDS Panariagroup) 2h44’53”; 820. Eugenio Di Prinzio (Interforze) 2h55’23”; 821. Giuseppe Cuoghi (Cittanova) 2h55’24”; 830. Lanfranco Rebecchi (Pico Runners) 2h57’28”.

26 km donne: 4. Laura Ricci (Corradini Rubiera) 1h42’06”; 13. Francesca Venturelli (Formiginese) 1h56’22”; 14. Chiara Galavotti (Pico Runners) 1h56’49”; 32. Elena Cavallini (UISP) 2h03’03”; 39. Federica Boschetti (MDS Panariagroup) 2h04’55”; 68. Stefania Bosi (Pico Runners) 2h12’55”; 78. Anna Cavallo (Castelnuovo) 2h15’16”; 88. Monica Di Bitonto (Pico Runners) 2h16’49”; 103. Daniela Cavalieri (Castelnuovo)
2h20’37”; 108. Alessandra Fava (MRC) 2h21’06”; 114. Marzia Canovi (Pico Runners) 2h22’04”; 134. Laura Bertolini (Pico Runners) 2h25’13”; 140. Alessia Bellino (Interforze) 2h25’57”; 180. Francesca Costantini (Fratellanza) 2h34’29”; 265. Monica Patroncini (Interforze) 2h55’23”.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik