Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Bonacini: «Carpi, un ottimo inizio Ma profilo basso»

Carpi Calcio

Bonacini: «Carpi, un ottimo inizio Ma profilo basso»

Il patron biancorosso: «Abbiamo cambiato molto e le incognite sono tante: alla larga dalle facili illusioni» 

CARPI. Due giornate, sei punti la ovvia possibilità di viaggiare ancora più spediti. Meglio di così il Carpi non poteva davvero iniziare. Le incognite, infatti, erano tante e soprattutto legate alle tante novità che ha portato l’estate di mercato. Ci si attendeva un comprensibile periodo di rodaggio ed invece la formazione di mister Antonio Calabro è partita in quarta. Pochi fronzoli, tanta concretezza e anche un pizzico di sofferenza. Modalità, queste, che piacciono pure a patron Stefano Bonacini: «Devono dire che la squadra è scesa in campo con il giusto atteggiamento, quello che nelle ultime stagioni ha caratterizzato il Carpi. Dunque mai mollare e dare sempre il massimo. Poi è chiaro che c’è ancora da migliorare e che il mister proprio su questo sta lavorando». Fatto sta che, come si diceva, sono arrivati sei punti: «Vuol dire che ne mancano 44 per raggiungere la salvezza. Lo dico sinceramente – continua mister Gaudì – perché questa è la verità. Non è una questione scaramantica, ma la semplice consapevolezza di aver cambiato tanto in estate. Inoltre siamo solamente all’inizio di un campionato davvero difficile, per questo dobbiamo mantenere il profilo basso. Sbagliato sarebbe illudere qualcuno, molto meglio continuare a migliorarci di giorno in giorno». Si diceva delle tante novità: «Abbiamo pescato dalle serie minori e in queste due giornate sono arrivate risposte interessanti anche se non definitive. Sono bravi ragazzi che hanno voglia di allenarsi, si giocano tanto come del resto si gioca tanto il Carpi».

leggi anche:

Lo stesso discorso che vale anche per Antonio Calabro: «Certamente – prosegue Bonacini - credo che questa sia per lui un’occasione importante. Non vuole sbagliare e per questo sta dando tutto, indubbiamente ha grandi motivazioni. Ma stiamo calmi, sono vietanti i facili entusiasmi e anche con il mister abbiamo parlato di questo. Ormai è il quarto campionato in serie B e anche noi abbiamo imparato a conoscerlo. Come sempre sarà logorante». Quest’anno poi al via ci sono diverse formazioni interessanti: «Il livello si è alzato e credo che sarà molto più difficile della passata stagione. Ci sono alcune società che hanno contato su un budget importante, soprattutto quelle appena retrocesse dalla serie A. Per questo dico di non pensare ai sei punti, ma solo a fare bene già dalla prossima partita». Contro la Salernitana: «Squadra tosta che in Coppa Italia ha fatto vedere il suo valore proprio qui al “Cabassi”».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro