Quotidiani locali

Vai alla pagina su Carpi calcio
Calabro: «Carpi, attenzione  al Foggia»

Carpi Calcio

Calabro: «Carpi, attenzione al Foggia»

«Conosco mister Stroppa e i suoi giocatori, hanno bloccato il Palermo e la loro classifica è bugiarda». Fischio d'inizio alle 20,30

CARPI Primo tour de force del lungo campionato di serie B. Il Carpi, dopo il buon pareggio contro la Cremonese, attente il Foggia che anticipa la chiusura del cerchio contro l’Entella. Per pensare alla sfida con i liguri ci sarà tempo, questa sera l’appuntamento è invece con la formazione pugliese (inizio ore 20,30). Un appuntamento che Antonio Calabro, tecnico dei biancorossi, presenta così nella classica conferenza stampa pre-gara: «In questi due giorni abbiamo fatto il punto della situazione per quanto riguarda l’aspetto fisico e soprattutto mentale. Mi aspetto una partita insidiosa, non dimentichiamoci che il Foggia ha meno punti di quelli che meriterebbe. E’ una squadra che ha giocato bene, ma raccolto davvero poco. Ho visto, per esempio, il primo tempo che hanno disputato sabato contro il Palermo. Una grande prestazione che ha mandato in difficoltà una corazzata come quella siciliana». Un punto debole degli avversari di giornata potrebbe essere la difesa: «Conosco Stroppa e so come si sono comportati lo scorso anno in Lega Pro. Credo abbiano chiuso con la migliore difesa e questo non è assolutamente un caso». Quindi le vicende in casa Carpi: «Turnover? Vediamo. Abbiamo ancora un po’ per decidere, nessuno ha registrato acciacchi importanti e dunque ho un po’ di scelta. Manconi? E’ disponibile per quello che può dare, questa è una buona notizia». C’è poi il capitolo dedicato a Giorico che non ha ancora trovato spazio: «Per certi ruoli, dove c’era la necessità, abbiamo affrettato l’inserimento dei nuovi e rischiato magari un po’. In mediana ho tante alternative e dunque ho più tempo per buttare nella mischia un giocatore come Daniele che avrà modo di mettersi in mostra». Non ci sono solo questioni tecniche o tattiche: «Chiedo ai ragazzi di inseguire un sogno e non parlo della serie A o della Champions League. Il sogno deve essere quello di aiutare il compagno, di correre fino al novantesimo e di uscire con la maglia bagnata di sudore. Questo sogno non lo dobbiamo inseguire solo stasera, ma in tutte le partite da qui al termine della stagione». Buon proposito, dunque, da mettere immediatamente in pratica contro un Foggia ricco di ex calciatori biancorossi (Fedato, Beretta e Fedele): «Sappiamo che non sarà facile - chiude Calabro - perché, come dicevo, ci troveremo di fronte ad un avversario difficile da battere.

Verranno qui con la volontà di riscattarsi e di prendersi quello che non sono riusciti ad ottenere nelle primissime battute di questa stagione. Noi, però, vogliamo migliorare ancora. Limare una volta di più quelli che ancora sono gli aspetti da correggere».


 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics