Quotidiani locali

Subito grande Fratellanza

La società modenese terza tra gli uomini e quinta tra le donne. Oggi conclusione

Missione compiuta. Modena ha ospitato ieri pomeriggio la prima giornata della Finale Oro di atletica leggera, la due giorni che assegnerà i titoli tricolori a squadre. Lo ha fatto in grande stile, senza sbavature, fra gli applausi di un pubblico numeroso ed appassionato: il palcoscenico, come da programma, è stato all’altezza.

Il nuovissimo impianto di via Piazza si è presentato all’Italia in tutto il suo splendore. La pista rossa fiammante, con le sue otto corsie a far bella mostra sul rettilineo sotto la tribuna, ha accolto in grande stile l’élite dell’atletica italiana. Più che all’altezza la macchina organizzativa de La Fratellanza, che ha scandito i tempi di un programma serrato rispettando la scaletta di gara e alternando sulla pedana delle premiazioni di giornata gli artefici di questa scommessa vinta. Perché di scommessa vinta, a conti fatti, si può ben parlare. Sarà stata la giornata di sole, sarà stato il maxischermo digitale che la Fidal riserva alle grandi occasioni od il livello elevato delle gare di giornata, ma si è respirata aria di grande atletica ieri a Modena. Visi soddisfatti sugli spalti, affaticati, stremati da una lotta contro il tempo quelli della società padrone di casa, ma orgogliosi di un risultato che ha ripagato di tanti sforzi. Non di minor conto, incoraggianti anche i risultati provvisori al termine della prima giornata. I ragazzi della Fratellanza chiudono il sabato di gara al terzo posto con 43,5 punti, alle spalle dei campioni in carica dell’Enterprise Sport & Service (67) e della Riccardi Milano (47,5). Ottima performance anche in campo femminile, dove le ragazze sono per il momento quinte con 40 punti, in una graduatoria che vede al comando le milanesi della Bracco Atletica con 62 punti, sulla Studentesca Rieti (48). Squilli modenesi di giornata che portano le firme di Kevin Menzani nei 400 metri con il 47”93 che gli frutta la vittoria nella seconda serie e l’argento finale alle spalle di Janis Leitis (46”62). Al femminile è quarta Raffaella Lukudo in 54”61, al termine di una bella seconda serie che la vede terza alle spalle di Ayo Folorunso (53”92) e Maria Benedicta Chigbolu (54”09): regola tutte in prima serie la non accreditata lettone Gunta Latiseva Cudare con l’ottimo 53”14. Molto bene anche Riccardo Tamassia nei 1500, con una gara tutta grinta e cuore che lo vede secondo in 3’55”08 al termine di una splendida volata con l’amico Enrico Riccobon (3’54”96). Fra le ragazze, dà tutto Margot Basile, stremata al traguardo in 4’51”28, 12^. Punti preziosi ed un bel bronzo arrivano anche dai 3000 siepi femminili: se lo mette al collo la giovanissima classe 2000 Chiara Tognin in 11’36”99, mentre la giovane pavullese Chiara Bazzani termina ai piedi del podio in 11’45”39, resistendo nel finale all’assalto di Bianca Viani. Non va oltre il quinto posto Simone Colombini nella gara maschile, in 9’09”46, nella gara che vede l’appassionante duello fra i gemelli del CUS Palermo Osama e Ala Zoghlami. La spunta Ala in 8’59”99, in volata sul gemello. Medaglia di bronzo anche per Cesare Cozza nei 10.000 metri di marcia, in 44’06”31, alle spalle del vincitore Francesco Fortunato, targato Enterprise, in 42’40”71. Pochi acuti dalla velocità. Le due staffette 4x100 sono quinte al femminile e sesta al maschile; Eleonora Iori chiude quinta anche a livello individuale nei 100 in 11”97 con Federica Giannotti decima (12”04), mentre Zlatan è settimo fra gli uomini in 10”76 con Simone Pettenati undicesimo in 10”89. Punti importanti dai concorsi. Nell’asta, chiudono quarto e quinto Francesco Lama (4.80) e Matteo Rubbiani (4.60); stesso bottino al femminile nell’alto, con Sara Modena quarta e Nicole Romani quinta, entrambe a quota 1.71. Cinque anche i punti portati nel disco da Martin Pilato, quarto con 51.23 metri e da Lucilla Celeghini nel martello femminile, quarta con 53.35. Un punticino lo
mettono infine anche Dario Saltini nel giavellotto, ottavo con 51.62 metri e Virginia Braghieri nel peso donne, ottava con 12.37. Domani, via alle gare della seconda giornata alle 9, fino alle 12,55. Clou alle 10,50 con gli 800 metri, alle 11,20 con i 200 ed alle 11,45 con i 5000 metri.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon