Quotidiani locali

Bucchi: «Squadra impaurita, ma crea tante occasioni»

«Noi poco concreti sotto porta e gli episodi non ci aiutano Classifica brutta però i valori del Sassuolo sono importanti»

REGGIO. "Sono sicuro che questa squadra possieda dei valori importanti e che la strada sia quella giusta: arriverà il momento in cui questi ragazzi raccoglieranno quanto meritano". Mister Cristian Bucchi, a fine gara, mantiene salda la fiducia, difendendo il gruppo e predicando la cura del lavoro; la mancanza della vittoria, la sterilità offensiva ed una classifica molto negativa sono, però, spettri ben presenti: "La classifica non ci piace, ma, nel giro di un punto, ci sono sei squadre e noi dovremo essere bravi a cambiare la situazione. Ad oggi, per vari motivi, non siamo riusciti a dimostrare il nostro vero valore". Sul match con il Chievo, il rammarico è nitido: "Ci è mancato il gol, ma sono fiducioso, perchè creiamo sempre delle occasioni: 4 con la Lazio nel primo tempo e, oggi, altre 5 o 6. A volte si ottengono vittorie con un mezzo episodio, mentre a noi, in questo momento, non ne bastano svariate; questa cosa ci pesa e qualche punto in più ci avrebbe dato autostima e la possibilità di lavorare meglio. Oggi siamo entrati in campo un po' impauriti, probabilmente influenzati dalla classifica e dal ricordo della Lazio; poi, però, abbiamo reagito, giocando una ripresa di temperamento: abbiamo cercato di chiudere il Chievo e non abbiamo concesso quasi nulla, se non due regali, che non dobbiamo più commettere". Sulla difficiltà nel segnare, Bucchi ha le idee chiare: "Un attaccante, quando fa gol, si sente più forte e arriva sulla palla con più lucidità; mentre, quando non segna, la serenità con cui va alla conclusione è minore e sente la palla scottare". Bucchi commenta anche la decisione di affidarsi a molti dei suoi giocatori più esperti: "Sono scelte dettate anche dalle situazioni, come gli infortuni, poi ho visto lavorare bene alcuni elementi per dieci giorni
e li ho considerati meritevoli di giocare: non guardo la carta d'identità. Tutti dobbiamo lavorare insieme e pensare a come queste prime settimane, vissute con un po' di negatività, potranno risultare preziose, perchè ci avranno permesso di metterci in discussione e di migliorare".

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista