Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
Modena: fumata nera tra gialli e Taddeo

Modena Calcio

Modena: fumata nera tra gialli e Taddeo

Il Comune pronto a riaprire il Braglia se oggi arrivano i soldi, ma la proprietà non trova l'accordo con la squadra: lo sciopero continua e la messa in mora resta

MODENA. La delibera del Comune di Modena pronto a riaprire il Braglia già da domenica per la gara interna con il Padova e ad affittarlo al Modena Calcio fino al 30 giugno, se oggi Aldo Taddeo pagherà i 170mila euro di canone, aveva riacceso un lumicino di speranza nella drammatica situazione del Modena. Il nuovo proprietario del Modena, di fronte alla disponibilità di poter riottenere lo stadio, si è catapultato a San Damaso per cercare di trovare un accordo con i gioocatori in stato di agitazione per non aver percepito le mensilità di luglio e agosto. Una situazione complicata, per la presenza del concordato preventivo, che Taddeo ha cercato di superare offrendo entro venerdì il pagamento del mese di ottobre e anticipando loro anche lo stipendio di novembre nei primi 15 del prossimo mese. Ma la risposta della squadra è stata negativa: lo stato di agitazione rimane, la messa in mora non è stata revocata e i gialli non scenderanno in campo,

per ora, contro il Padova. Oggi nuovi incontri tra Taddeo, i giocatori e l'Associazione calciatori. Se non arriverà l'accordo tra Taddeo e i gialli, l'imprenditore varesino potrebbe non pagare l'affitto del Braglia e la situazione precipiterebbe ulteriormente verso il fallimento del club.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro