Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Benevento-Sassuolo, quel precedente in C2 con un “superstite”

US Sassuolo Calcio

Benevento-Sassuolo, quel precedente in C2 con un “superstite”

Il 30 ottobre 2005 i neroverdi s’imposero al Santa Colomba. Di quella squadra è rimasto solo capitan Magnanelli

SASSUOLO Domenica sarà nuovamente Benevento-Sassuolo, per la seconda volta nel Sannio e la terza in assoluto. Non proprio una “classica” del calcio italiano, insomma, anche nelle serie minori. L’ultimo incrocio in quello che allora si chiamava ancora stadio Santa Colomba (adesso gli “stregoni” giocano nel nuovo Vigorito) si riferisce al 30 ottobre 2005, campionato di serie C2. Quel Sassuolo allenato da Gian Marco Remondina a fine anno avrebbe conquistato la promozione in C1 ai play off, battendo in finale il Sansovino. Il Benevento, invece, si fermò in semifinale proprio perdendo contro la compagine toscana, capace di arrivare fino in fondo a un campionato stravinto dalla Cavese. Nella stessa stagione Cristian Bucchi, con la maglia del Modena, vinceva la classifica cannonieri in serie B facendo sognare i canarini con ben 29 gol, più uno segnato nei playoff, resi amari dall’eliminazione per mano del Mantova .

Doppio successo neroverde

Domenica 30 ottobre 2005 il Sassuolo vinse al Santa Colomba per 2-1 con reti GaetanoMasucci e Stefano Pagani a rimontare il vantaggio iniziale del Benevento firmato da Pinamonte su rigore. I neroverdi si sarebbero imposti anche al ritorno del 19 marzo 2006 (si giocava al Ricci) grazie alla doppietta di Cris Gilioli. Appena due giorni prima, il 17 marzo, Oreste e Ciro Vigorito avevano preso in mano quel Benevento che avrebbero poi reso grande portandolo fino in serie A.

Il superstite

Di quel doppio confronto andato in scena in serie C2 dodici anni fa è rimasto un solo giocatore: Francesco Magnanelli. L’attuale capitano neroverde, classe 1984, giocò entrambe le partite contro il Benevento nella stagione 2005/2006, risultando - pagelle dell’epoca alla mano - sempre tra i migliori in campo. Recordman di presenze del Sassuolo con 412 gettoni, è reduce da due partite trascorse a scaldare la panchina ma presumibilmente domenica mister Bucchi dovrebbe riconsegnargli i galloni del titolare in quella che si preannuncia come un’autentica battaglia sportiva.

Posta in palio altissima

Per il Benevento, ancora fermo a zero punti dopo dodici giornate, si tratta già di uno spareggio salvezza da non fallire, ma al Vigorito si giocherà tanto anche il Sassuolo, compreso mister Bucchi

che dovrà puntellare una panchina sempre più traballante. Per uscire indenni da Benevento, contro una squadra apparsa più che mai viva e combattiva contro la Juventus, i neroverdi dovranno giocare con lo spirito da provinciale. Consapevoli che la posta in palio è altissima.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista