Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
La Cina chiama Cannavaro, il Sassuolo pensa a Paletta

US Sassuolo Calcio

La Cina chiama Cannavaro, il Sassuolo pensa a Paletta

Allettante offerta del Guangzhou Evergrande per gennaio: Carnevali prenota il centrale argentino del Milan. Il Parma tenta Magnanelli

SASSUOLO L’avventura di Paolo Cannavaro al Sassuolo sembra essere ai titoli di coda. Il 36enne difensore ha ricevuto un’allettante offerta dalla Cina, per l’esattezza da quel Guangzhou Evergrande che da questa stagione sarà allenato dal fratello Fabio Cannavaro. Il Guangzhou ha vinto il titolo negli ultimi sette anni e con la guida di Cannavaro senior, che ha preso il posto di Felipe Scolari, punta a vincere l'ottavo titolo e la Champions asiatica. I due fratelli Cannavaro si sono visti di persona in occasione di Sassuolo-Verona e in quell’occasione hanno parlato per la prima volta di questa possibilità. L’offerta, economicamente irrinunciabile, prevede due opzioni: che Paolo giochi per un’altra stagione o entri subito a fare parte dello staff di Fabio. Il difensore neroverde - che avrebbe voglia di giocare un’altra stagione - ci sta pensando seriamente, d’altronde il suo contratto con il Sassuolo è in scadenza e la società non ha intenzione di rinnovarglielo. Se decide di partire, per sostituirlo Carnevali ha già puntato il mirino sul 31enne Gabriel Paletta, esperto centrale italo-argentino che non sta trovando spazio nel Milan.

Magnanelli tentato

Chi ha il contratto in mano (biennale) ma sta ricevendo diverse offerte è Francesco Magnanelli. Il capitano non vorrebbe lasciare Sassuolo in un momento così delicato ma Parma e Cremonese sono pronte a fare carte false per strapparlo a gennaio al Sassuolo. La Cremonese, tra l’altro, ha già prenotato Davide Biondini, altro neroverde in scadenza. Stessa situazione per Alessandro Matri e Federico Peluso che il Sassuolo non ha liberato a fine estate e che ora sono pronti a salutare la compagnia. Su Matri è pronto a tornare all’assalto il Parma.

Squinzi irritato

Dunque la “vecchia guardia” potrebbe uscire smembrata da un mercato di gennaio che dovrà forzatamente vedere il Sassuolo tra le società più attive. Facile immaginare l’irritazione di Squinzi per la situazione che si è venuta a delineare: dopo aver speso tanti soldi in rinnovi pluriennali ora si ritrova davanti alla prospettiva di dover riaprire i cordoni della borsa per rinforzare una squadra a rischio retrocessione.

Fari puntati su Carnevali

L’ad e uomo mercato Carnevali, il cui nome viene accostato con insistenza ad un futuro ruolo nella nuova Lega o Figc, sa di avere gli occhi della proprietà puntati addosso. In ballo non c’è solo il mantenimento della categoria ma anche i robusti investimenti (ammodernamento dello stadio e nuovo centro sportivo a Cà Marta) che sta sostenendo la proprietà. Una caduta in B rappresenterebbe un

danno incalcolabile per Squinzi e Mapei. Da qui la necessità per Carnevali di non sbagliare più una mossa. Il resto spetterà a Iachini, che dovrà ridare un’anima e un gioco ad una squadra che ha perso ogni tipo di certezza.

@Star_70_ . ©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista