Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
Settore giovanile, ora non ci sono più speranze

Modena Calcio

Settore giovanile, ora non ci sono più speranze

La Figc nega la deroga in assenza di esercizio provvisorio. Si tenta il salvataggio dei 2005, 2006, 2007

MODENA Giornata cruciale doveva essere e giornata cruciale è stata, con esito negativo come si prevedeva: il settore giovanile del Modena non ha più speranze di sopravvivere, dopo essere rimasto nel limbo per due settimane. La risposta della Figc alla richiesta di deroga inoltrata dal curatore Trenti il 7 dicembre è suonata però come una beffa: tutto era già scritto nel momento in cui è stato dichiarato il fallimento del Modena Fc. Il settore giovanile era già morto e a nulla sarebbero serviti i tentativi disperati fatti fino a ieri. Morto per lo stesso motivo per cui sono stati cancellati 105 anni di storia, per colpa di Caliendo e di chi ha consegnato il club canarino in mano al tribunale, Taddeo e Martignoni.

Facendo riferimento all’articolo 15 delle Norme organizzative interne federali (Noif), la Figc ha infatti comunicato a Trenti che in assenza di esercizio provvisorio, autorizzato dal tribunale, risulta impossibile concedere deroghe. Era però stato il Modena Fc stesso, nell’istanza di fallimento in proprio, a non richiederlo. Il settore giovanile, che faceva parte in tutto e per tutto del Modena Fc pur venendo gestito da Bratomi, non poteva dunque essere risparmiato dalla stessa fine del club. A rigore di logica la risposta della Figc avrebbe potuto mettere in discussione anche la scuola calcio, che proprio la scorsa settimana si è salvata grazie al piano di Dall’Omo e alla costituzione di una nuova società: il fatto di non partecipare a campionati federali permetterà ai baby canarini di andare avanti ed è già stata effettuata anche l’iscrizione ai campionati Csi.

In una riunione in programma domani si proverà ad inglobare nella scuola calcio le squadre 2005, 2006 e 2007: i 2005, partecipando ad un campionato Figc regionale, potrebbero avere qualche ostacolo comunque superabile, mentre per i 2006 e 2007 (provinciali Figc) si potrebbero ridurre le squadre da due ad una, mista, nel caso in cui i bambini residenti fuori provincia chiedessero lo svincolo non avendo nemmeno più pulmini per arrivare a Saliceta.

Per le altre formazioni, dalla Berretti ai Giovanissimi, verrà scritta

la parola fine, con svincolo automatico di tutti i giocatori. Con maggior senso di responsabilità, sarebbe stato opportuno evitare due settimane di inutile attesa in cui chi voleva svincolarsi è rimasto bloccato e chi sperava di sopravvivere non sapeva di non avere chance.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon