Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Modena, una fine scritta anche negli astri

Delusione Modena

Il 2017 dell’Ariete era stato definito dagli esperti come quello delle “grandi svolte” e di “promesse lunsighiere e fasulle”

Nato il 5 aprile 1912, sotto il segno dell’Ariete, morto il 6 novembre 2017, giorno della radiazione dai campionati professionistici. Sono questi l’inizio e la fine dei 105 anni di storia del Modena FC. Che da bravo Ariete se l’era sempre cavata abbattendo a cornate tutti gli ostacoli che in 105 anni si era trovato davanti. Fino a quando ha incontrato qualcuno con la testa più dura, una vera… capa tosta, che è andata avanti fino a sbriciolare il povero Modena, ma anche la propria capa. La speranza di tutti i modenesi è che in questo anno nasca una nuova società per far rivivere in città il calcio di vertice, ma al momento non è possibile delinearne un oroscopo, perché non si sa in quale data e sotto quale segno zodiacale vedrà la luce. Può allora essere molto interessante verificare se l’evento traumatico fosse scritto nei movimenti dei corpi celesti. Siamo andati a rivedere il pezzo che avevamo scritto un anno fa che, come sempre, era la sintesi delle previsioni più importanti, ma anche gli oroscopi che non avevamo considerato. Nelle previsioni di Paolo Fox abbiamo ritrovato una frase che era stata decodificata come il famoso bicchiere mezzo pieno, ma che, riletta a posteriori, si rivela molto inquietante: “Per l’Ariete il 2017 sarà l’anno delle svolte, che si concretizzeranno da ottobre, quando Giove non sarà più in opposizione”. In quale mese Giove-Caliendo ha ceduto il Modena a Taddeo, smettendo finalmente di essere in opposizione? Guarda caso, in ottobre. Dopo avere non solo svuotato, ma proprio frantumato, il famoso bicchiere della metafora. E non solo quello… Dodici mesi fa Simon & Stars prevedeva: “Il 2017 sarà anno di grandi decisioni: si tratta di confermare o rivedere le scelte degli ultimi anni”. Purtroppo ora sappiamo che Giove-Caliendo ha confermato le sue disastrose scelte (rifiuto di cedere il club, Novellino, licenziamento di Cannella, scelta di Crespo, etc) degli ultimi. anni Non aveva dubbi neppure Branko: “Il 2017 dell’Ariete sarà anno di grandi svolte, scelte fondamentali, ma non facile, considerando Giove in opposizione fino a ottobre”. Peccato che le svolte di Tony Giove Caliendo abbiano portato il Modena a schiantarsi. Riletto col senno del poi, l’oroscopo più inquietante era però questo: “Il 2017 è l’anno giusto per tutti gli importanti, sostanziali e necessari cambiamenti che favoriranno l’indispensabile rinascita… L’effetto di Urano nel segno può essere paragonato a un uragano che spazza via ogni cosa che non offre più benefici, però attenti, perché con Giove ambiguo correte il rischio di lasciarvi abbagliare da promesse lusinghiere e fasulle”. E continuava: “Maggio e giugno portano coincidenze propizie per dare una significativa svolta, non fatevele scappare, ma occhio alle ‘soluzioni miracolose”. Concludendo: “Luglio complica tutto”.

Come non pensare a quella ritardata iscrizione (“promesse lusinghiere e fasulle”) al campionato?