Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
Modena, in che ruolo gioca  Toni?

Modena Calcio

Modena, in che ruolo gioca Toni?

Il campione del mondo ha un proprio progetto, ma potrebbe anche entrare nei piani del Comune

MODENA I primi movimenti per costruire il nuovo Modena sono iniziati e attendono ora l’appuntamento più importante: l’incontro che il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha detto di voler convocare, indicativamente venerdì 19, per conoscere le intenzioni degli imprenditori che hanno manifestato un interesse di massima almeno per ragionarci insieme. Dal Comune non trapela nulla se non che le modalità di questo incontro, così come la data ufficiale, ancora non sono state decise. Cosa significa? Che il sindaco e l’assessore Giulio Guerzoni intendono valutare bene come operare, se con una riunione pubblica o ricevendo in forma privata i candidati, preferendo però come soluzione quella di accoglierli insieme per provare ad avviare un ragionamento comune. Ciò che è certo è che il sindaco, nelle ultime settimane, ha ricevuto sul proprio tavolo la disponibilità di alcuni imprenditori e preferirebbe il più possibile unire le forze in campo piuttosto che esprimere preferenze, anche se ad un certo punto diventerà inevitabile farlo. Parallelamente alle mosse del Comune c’è infatti già chi vorrebbe presentarsi al sindaco a giochi fatti – cioè già strutturato e con un progetto tecnico pronto – per provare ad anticipare sul tempo la concorrenza e chiedere di essere investiti del ruolo di fondatori del nuovo club gialloblù: è il caso dei cinque imprenditori che si sono affidati all’avvocato Gianpiero Samorì, quattro dei quali modenesi ed uno di fuori provincia. In questo caso si tratta di una cordata già pronta e non da organizzare, che non avrà bisogno né voglia di ragionare con altri e si sottoporrà direttamente al giudizio del sindaco, fondamentale per essere indicata alla Figc come nuovo Modena. Perché ciò possa accadere, però, bisognerà essere necessariamente più forti delle alternative. Dire quali saranno le forze in campo è ancora difficile, perché pubblicamente solo una persona ha manifestato l’intenzione di voler fare qualcosa per Modena: si tratta di Luca Toni, che da più di un mese si sta adoperando per strutturare una realtà forte. Solo quando l’ex campione del mondo si troverà a tu per tu con Muzzarelli si capirà se sia andata a buon fine o meno la sua ricerca, ma al tempo stesso il Comune potrebbe

chiedere a Toni di restare al centro di un progetto a più larghe intese, come dirigente e uomo simbolo. In Comune si presenteranno sicuramente Carmelo Salerno e i soci della Rosselli Mutina, Paolo Galassini e Gianlauro Morselli, che hanno già avuto modo di esprimere al sindaco le loro idee.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon