Quotidiani locali

Bruninho: «La Lube? Con loro sempre partite combattute»

Bruninho: «La Lube? Con loro sempre partite combattute»

«È sicuramente la grande favorita di questa stagione, ma noi siamo già arrivati ad un passo dal tie break»

Si avvicinano i primi appuntamenti da dentro o fuori per l'Azimut Modena. Domenica trasferta di Superlega sul campo di Civitanova, rivincita solo una settimana dopo per la semifinale di Coppa Italia. Il capitano Bruno non si dà per vinto, caricando tutto l'ambiente gialloblù.

«La Lube sicuramente è la grande favorita per questa stagione. Hanno una grande rosa, lo hanno dimostrato anche lo scorso anno. Però contro di loro abbiamo sempre fatto delle partite molto combattute, abbiamo sfiorato il tiebreak. Domenica ci sarà una sfida importante per la classifica di Superlega, noi abbiamo bisogno di punti, dopo ci sarà la semifinale di Coppa Italia. Ottenere un buon risultato domenica, ci può dare fiducia in vista dell'appuntamento di Bari. Per quanto riguarda la classifica è complicato prendere Civitanova e Perugia, ma in questo momento il nostro unico pensiero deve essere quello di migliorare».

Nella sfida contro Verona, Bruno ha messo in mostra un gioco al centro perfetto.

«Il problema ad inizio stagione era più mio che dei nostri centrali. Il primo tempo dipende molto dal palleggiatore. Con Max sto lavorando tanto e i progressi credo che si vedano. Daniele invece ha sempre avuto numeri importanti. Il nostro gioco al centro è fondamentale per avere una distribuzione più equilibrata, dobbiamo essere veloci ed imprevedibili. Stiamo cercando una regolarità: a Piacenza nel secondo set abbiamo avuto un rendimento altissimo, poi abbiamo abbassato il nostro livello. Ma abbiamo avuto le chance di vincere da tre punti. Contro Perugia e Verona siamo andati molto più lisci, non abbiamo avuto cali di tensione».

Situazione infortuni: il brasiliano è in netta crescita, mentre Ngapeth è sofferente in questo periodo.

«Personalmente sto molto meglio. Ho lavorato tanto per provare ad avere un maggior equilibrio con i muscoli della spalla, sono stato anche da un fisioterapista spagnolo. Devo dire che è stato molto importante, ora la mia spalla sta bene e riesco a spingere un po' di più in partita. Earvin a livello fisico ha avuto qualche problemino, contro Piacenza per cercare di recuperare dei palloni impossibili si è fatto male al ginocchio. Ma è un giocatore che anche se non è al top può dà sempre il suo contributo. Le motivazioni di giocare contro la Lube e vincere la Coppa Italia sono
molto alte, mi aspetto due grandi prove da lui».

Chiusura sulle nazionali.

«Io giocherò sempre per il Brasile. Io sono uno di quelli che non vuole mai fermarsi. Il vero problema sono i calendari delle nazionali che sono troppo lunghi, non abbiamo tempo per riposare».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori