Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Matri al Parma? Iachini dice no. Carnevali: «Resta»

US Sassuolo Calcio

Matri al Parma? Iachini dice no. Carnevali: «Resta»

Per sostituire Gazzola sondato Sala della Sampdoria. Presi i giovani Cisco (ma resterà al Padova), Mota Carvalho e Farabegoli

SASSUOLO Sembra di essere tornati al 31 agosto, ultimo giorno del mercato estivo. Alessandro Matri ha l’accordo col Parma (triennale) ma il Sassuolo blocca tutto per l’impossibilità di reperire un altro attaccante e fa sfumare l’affare. Ieri, 16 gennaio, siamo più o meno nella stessa situazione: Matri e il Parma hanno un accordo ma stavolta di mezzo ci si sarebbe messo mister Iachini che (giustamente) non intende rinunciare a cuor leggero all’attaccante, numeri alla mano, migliore della rosa. Non a caso i suoi 3 gol hanno fruttato 9 dei 21 punti del Sassuolo. Il Parma ha preso atto della frenata neroverde ma non intende mollare la presa, Matri (che è in scadenza di contratto) resta in attesa di sviluppi: per sbloccare l’affare serve l’acquisto di un nuovo attaccante. Mica facile, considerando che a gennaio le punte si muovono a peso d’oro. Nei radar di Carnevali e Angelozzi, ancora fermi alla voce acquisti anche per quanto riguarda la difesa, ci sono Pinamonti (Inter), Pazzini (Verona) e Lapadula (Genoa). Faggiano, ds del Parma, sceglie il basso profilo: «Matri ci piace, ma secondo me il Sassuolo non se non se ne priverà». In tarda serata l’ad Carnevali conferma: «Matri resta al Sassuolo». Aggiungendo però che «di definitivo nel calcio non c’è mai nulla». Il che lascia ancora aperto ogni scenario.

Dopo sei stagioni nel Sassuolo ieri Marcello Gazzola è un giocatore del Parma affidando ai social queste parole: «Lascio casa per tornare a casa, torno dove tutto è iniziato e dove tutto continuerà. Sono stati sei anni meravigliosi in cui si sono susseguito tantissime emozioni, dalla promozione in Serie A, la salvezza all'ultimo respiro l'anno dopo, la qualificazione storica in Europa League, che per una piccola realtà come Sassuolo qualche anno prima era solo fantascienza. Ho vissuto ogni momento con tutto me stesso e ho visto con i miei occhi il Sassuolo diventare grande e io ho fatto parte di questo bellissimo percorso, ho sempre cercato di dare tutto perché quello che abbiamo conquistato qui è stato frutto del nostro cuore, e abbiamo fatto cose veramente inimmaginabili e vi auguro che possa continuare e andare ancora in meglio. Lascio dei compagni meravigliosi, lascio degli amici con cui ho condiviso tutto. Mi aspetta questa avventura che ho voluto fortemente, perché in fin dei conti, Parma è la mia squadra del cuore».

Il Sassuolo lavora forte sul futuro formalizzando i primi acquisti di questa sessione, anche se si tratta di operazioni che non vanno a colmare le partenze di Cannavaro e Gazzola (per rimpiazzare quest'ultimo sondato Jacopo Sala della Sampdoria). Gliozzi va in prestito al Padova, nell’ambito dell’operazione che ha consentito di mettere sotto contratto, ancora una volta in sinergia con la Juve, Andrea Cisco, che resta comunque in Veneto

fine a fine stagione. Dalla serie B arrivano altri due giovani: il classe ’99 Farabegoli, difensore, in prestito dal Cesena e il ’98 Dany Mota Carvalho, in prestito con diritto di riscatto dall’Entella, su cui il Sassuolo ha battuto la concorrenza del Toro.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori