Quotidiani locali

Mazzone legge le due sfide con la Lube

Mazzone legge le due sfide con la Lube

Azimut. «Saranno partite diverse, vincere o perdere la prima non fa differenza, è la semifinale di Coppa che conta»

MODENA Proseguono gli allenamenti al Pala Panini in vista della doppia sfida contro la Lube. Il primo round ci sarà questa domenica all'Eurosuole Forum di Civitanova, quando l'Azimut proverà a portare a casa punti importanti per la classifica e a diminuire il distacco che la separa dal sestetto marchigiano. Uno dei punti di forza dell'Azimut sarà Daniele Mazzone, cresciuto tantissimo nell'arco di questa stagione e capace, innescato da Bruno, di essere uno dei migliori terminali offensivi della squadra allenata da Stoytchev.

«Saranno due partite inevitabilmente diverse una dall'altra – racconta il centrale gialloblù. La prima sfida, ovvero quella di Superlega, sarà contro una diretta avversaria per il primo posto della classifica, e metterà in palio punti preziosi in quest'ottica. La gara di domenica, inevitabilmente, sarà anche un sorta di test in vista della semifinale di final four di Coppa Italia. Non ci nascondiamo, ovviamente è più importate la seconda partita, ovvero la semifinale di Coppa che giocheremo a Bari sabato 27 gennaio. Rimanendo sull'appuntamento di questa domenica a Civitanova, però, credo che sarà anche una partita a scacchi, le due squadre si studieranno e sarà fondamentale anche il lavoro dello staff tecnico.

Penso che vincere o perdere la prima non debba fare differenza in vista della partita della settimana successiva, ogni risultato di domenica lascia aperta la contesa per quanto riguarda la final four di Coppa Italia. Dovremo essere bravi a non esaltarci troppo in caso di vittoria, allo stesso tempo non dovremo buttarci giù in caso di sconfitta».

Uno dei punti forti della Lube è il gioco al centro, con Christenson che riesce a coinvolgere perfettamente Cester, Candellaro e Stankovic in attacco, permettendogli di segnare decine di punti ed aprire la strada a gente come Sokolov e Juantorena.

«Civitanova è una di quelle squadre che in apparenza non ha punti deboli. E' vero che sfruttano tantissimo e molto bene il gioco al centro, ma gli attaccanti di palla alta della Lube sono fantastici.

Per noi centrali sarà, senza

ombra di dubbio, un lavoro molto complicato quello che ci attende domenica, perché dovremo stare attentissimi su tutta la rete. Ma anche in questo cado ci verrà in soccorso lo staff tecnico che ci aiuterà tantissimo nelle scelte di muro. Ma siamo in buone mani, ne sono sicuro».
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori