Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
Una società a quattro col ritorno di Doriano Tosi

Modena Calcio

Una società a quattro col ritorno di Doriano Tosi

C'è la regia del ds della Longobarda dietro il progetto impero romano-Rosselli Mutina che diventerà Modena

MODENA Sarà quasi sicuramente Doriano Tosi, già coinvolto in tutta l’operazione che ha portato Romano Sghedoni e Romano Amadei al fianco di Paolo Galassini (Usco) e Gianlauro Morselli (Emiliana Serbatoi), ad occuparsi della parte tecnica della società che andrà a formarsi nei prossimi giorni.

Perchè dopo un primo incontro tra il patron dell’Immergas e i due imprenditori del progetto Rosselli Mutina, cui ha fatto seguito il coinvolgimento di Sghedoni, ora le parti dovranno trovarsi per definire concretamente il tipo di società, ruoli e cariche. Il tutto dovrebbe avvenire a metà della prossima settimana. A quel punto scatterà l’operazione del gradimento del sindaco Muzzarelli che dovrebbe essere comunque una semplice formalità visto lo spessore anche morale degli imprenditori coinvolti e l’iniziativa del sindaco di sincerarsi sulla consistenza del progetto. Che comunque potrebbe essere allargato anche a qualche altro socio solo se di gradimento a Galassini, Morselli, Amadei e Sghedoni. Un nome potrebbe essere quello di Carmelo Salerno che ha già una partnership commerciale con la Rosselli Mutina.

Di fronte alla discesa in campo di Romano Sghedoni e Romano Amadei al fianco di Galassini e Morselli bisognerà vedere qualche sarà l’eventuale risposta del gruppo rappresentato dall’avvocato Samorì (quattro imprenditori modenesi, uno dovrebbe essere Gianni Gibellini, più uno di fuori città)

e di Luca Toni impegnato a mettere insieme un gruppo di propria iniziativa.

Senza dimenticare che da Carpi sta monitorando la situazione anche Stefano Bonacini rappresentato, nell’incontro organizzato dal sindaco Muzzarelli in Comune, dall’avvocato Grassani.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori