Quotidiani locali

Vai alla pagina su Modena calcio
De Biasi: «Amadei è una garanzia»

Modena Calcio

De Biasi: «Amadei è una garanzia»

L’ex tecnico della Longobarda: «Con lui e Sghedoni il Modena può ripartire da basi molto solide. Tifo per loro»

MODENA “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…” Chissà se Doriano Tosi, Romano Amadei e Romano Sghedoni conoscono questo verso cantato da Antonello Venditti nella sua “Amici mai”. Fatto sta che i due imprenditori e l’esperto dirigente sono di nuovo al lavoro per Modena e il Modena. Esercizio, questo, confermato dai diretti interessati sulle colonne della Gazzetta. Un ritorno al passato per costruire il futuro e soprattutto per fare rinascere il calcio in città. Alla memoria, citando certi nomi, vengono immediatamente i fasti della Longobarda. Una scalata dalla serie C alla A che, assieme all’indimenticato Gigi Montagnani, ha visto protagonisti proprio Amadei (con la sua Immergas) e Tosi. Con loro un certo Gianni De Biasi, allenatore di quella squadra incredibile e ancora oggi attento alle vicende del gialloblù. L’ex commissario tecnico dell’Albania, che da poco si è separato con gli spagnoli dell’Alavés, non è dunque sorpreso quando gli si chiede una sorta di “benedizione” per questa nuova sinergia che è appena nata e che vede i due esperti imprenditori a supporto di Gianlauro Morselli e Paolo Galassini della Rosselli Mutina: «Amadei e Sghedoni, che conosco bene, non sono soliti vendere fumo. Sono persone per bene e ovviamente hanno grandi potenzialità manageriali ed economiche. Credo che questo sia un segnale positivo per la tifoseria e per la città. In tanti erano in attesa di messaggi di questo genere dopo la scomparsa del club avvenuta alcuni mesi fa. Per tutto questo, come è normale che sia, c’è voglia di una rinascita veloce e calcisticamente fortunata, la speranza è quella di rivedere l’entusiasmo che si respirava ai tempi della serie A». Sorprende, in un certo senso, il ritorno del patron dell’Immergas che aveva lasciato Modena in un modo a dir poco turbolento: «L’addio era stato amaro, ma credo che in cuor suo la voglia di tornare non sia mai venuta a mancare. Non scordiamoci che nonostante un momento difficile, Amadei ha portato il Modena in A e ce lo ha pure mantenuto per due stagioni consecutive. La sua serietà e la sua voglia di lavorare per il bene della società non sono in discussione nemmeno ora, personalmente ci metterei una mano sul fuoco».

Regista di questa operazione che è nata e che potrebbe pure concretizzarsi è Doriano Dosi: «In gialloblù ha fatto decisamente bene, poi come nella vita ci sono periodi buoni e altri meno buoni. Può essere la persona giusta e spero che possa ripetere

i successi ottenuti in passato». All’appello, e qui la battuta è scontata, manca solo Gianni De Biasi seduto in panchina. La boutade non sorprende l’esperto tecnico trevigiano che risponde per le rime: «Ci sarò (ride, ndr), magari per vedere qualche partita…».
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon