Quotidiani locali

Notari al 90’ rovina il ritorno di Lodi

Promozione. La Pieve del neo tecnico sconfitta dal Formigine. Gara piena di emozioni, portieri super e Aning espulso

NONANTOLA. Allo scoccare dell’ultimo giro di lancette Fabio Notari rovina il ritorno di mister Lodi sulla panchina della Pieve, dopo quasi un anno dalle dimissioni succedute alla clamorosa sconfitta contro la Scandianese. Il Formigine porta infatti a casa l’intera posta, al termine di una gara davvero molto equilibrata, che ha visto il piatto della bilancia pendere dalla parte della squadra che, in questo momento, ha più certezze e sicuramente una maggior identità.

Il primo tempo sembra aver risentito della robuste piogge degli scorsi giorni, le squadre infatti sembrano avere le polveri bagnate; spesso arrivano in zona gol non trovando mai una conclusione degna di questo nome. Ci provano infatti Pilia al 16’ per gli ospiti, e Pecora quattro minuti più tardi; entrambi difettano di mira e mettono alto. L’inizio di gara vede la Pieve più intraprendente, forse per la scossa dovuta al cambio di guida tecnica, ma con il passare del tempo il Formigine prende le misure e risponde colpo su colpo, come al 21’ con il bel cross di Casini che trova il colpo di testa di Notari, troppo centrale. La migliore cosa del primo tempo arriva nel recupero con Aning che riceve spalle alla porta, si alza la palla e prova la girata al volo, alta di pochissimo.

Nella ripresa la condizione fisica cala, l’attenzione difensiva ne risente e la partita sale di colpi, almeno a livello di occasioni da gol. Doppia chance per Sarnelli a cavallo del 53’: prima mette, di parecchio, a lato su invitante cross di Capasso; poi aggiusta la mira e dopo appena un minuto trova la parte alta della traversa con un gran sinistro da fuori. La Pieve non sta a guardare, gran combinazione nello stretto tra Cavicchioli e Pecora con il fantasista che davanti a Simoni non centra la porta di sinistro. Più passa il tempo, più le occasioni diventano nitide: al 67’ Capasso si presenta davanti a Battara che chiude con una provvidenziale uscita bassa. Quattro minuti più tardi l’occasionissima arriva sui piedi di Aning che, dopo un rimpallo, tira forte di sinistro da centro area, Simoni è super e mette in corner. All’83’ è il turno del Formigine, palla da destra a sinistra sull’asse Notari-Carrozza-Pilia con il centrocampista che spara alto da ottima posizione.

La gara sembra orientata su un, giusto, pareggio ma al 86’ Aning in barriera allarga - forse troppo - il braccio e viene espulso per somma di ammonizioni. Il Formigine allora

ci prova e passa: Sarnelli lavora bene un pallone per la corsa di Casini, palla bassa che trova a centro area Notari per il gol da tre punti. La giornata della Pieve si conclude nel nervosismo, con Pavarotti che al 93’ si fa cacciare dall’arbitro per incessanti, e inutili, proteste.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon