Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Parla Squinzi: «Sassuolo, rialza subito la testa»

US Sassuolo Calcio

Parla Squinzi: «Sassuolo, rialza subito la testa»

Il patron: «Momento difficile, ma dobbiamo essere positivi e reagire al più presto»

SASSUOLO “Cosa vuole che le dica… non c’è molto da dire se non che dobbiamo rialzarci e ripartire da subito per dimenticare questa sconfitta”.

Giorgio Squinzi, patron della Mapei e del Sassuolo, parla dopo il pesante ko di Torino contro la Juventus. Un ko che, inevitabilmente, rischia di lasciare il segno nel morale della squadra neroverde e che è già stato abbondantemente stigmatizzato da commentatori e dal mondo dei social network. Squinzi, però, decide di prendere una strada diversa da quella della maggioranza, sceglie di restare positivo: “Sì, restiamo positivi perché dobbiamo rialzarci al più presto. Non abbiamo alternative, dobbiamo rimetterci in piedi e badare a riprenderci. Il momento è difficile, ma dobbiamo farcela”.
 

leggi anche:

Squinzi non dice altro, ma si capisce che vuole evitare che la sconfitta patita all’Allianz Stadium resti come una ferita aperta. L’atteggiamento del patron neroverde, dunque, cerca di far cambiare passo alla squadra e indica la linea, quella di riprendere la marcia immediatamente senza lasciarsi travolgere dalla negatività. Una negatività che, per altro, è nei numeri del Sassuolo che in questo 2018 è partito decisamente male. Il ko contro il Genoa nella prima giornata dell’anno, il giorno dell’Epifania che seguiva il successo sull’Inter e il pareggio con la Roma, era stato letto come un incidente di percorso, mentre il pareggio per 1-1 contro il Torino, nel giorno del ritorno al gol di Berardi, come un’occasione perduta di tornare al successo viste le occasioni sprecate. Il ko contro l’Atalanta, un pesante 0-3 casalingo, era stato ancora una volta derubricato dalle parole del tecnico e dei giocatori come una sconfitta non meritata (pur se l’Atalanta aveva giocato senza diversi titolari pensando all’impegno di semifinale di Coppa Italia), ma il rovescio subito in Piemonte, naturalmente, ha aperto una crisi messa nero su bianco dai dati: un solo punto e un solo gol in tutto il 2018, pari al Chievo e peggio, ad esempio, del fanalino di coda Benevento che almeno in quest’anno solare una partita (quella contro la Sampdoria al Vigorito). Insomma, bene fa Squinzi a parlare cercando di tenere alto il morale per quanto possibile, ma bene farebbe anche la società e lo staff tecnico neroverde a prendere molto sul serio questa situazione difficile. Perché, come ha detto ieri a caldo Missiroli dopo il match di Torino “mica si va in campo per perdere in questo modo, per perdere 7-0”.
 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon