Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Il Sassuolo crea e spreca: è il derby dei rimpianti

US Sassuolo Calcio

Il Sassuolo crea e spreca: è il derby dei rimpianti

Babacar si sblocca ma il Bologna si prende i tre punti. Arbitro contestato 

DALL'INVIATO

BOLOGNA  Ricordate Tafazzi, il personaggio interpretato da Giacomo Poretti, componente del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, la cui caratteristica principale era il masochismo che esprimeva a randellate sulle parti basse?

In ambito calcistico il suo alter ego è senz’altro il Sassuolo. A quello visto a Bologna, rispetto al Tafazzi originale, mancava solo la tutina nera. A parere di molti giocatori neroverdi, Magnanelli in primis, la randellata decisiva nelle parti basse l’avrebbe sferrata l’arbitro Tagliavento che all’86’ ha espulso per un fallo dubbio il già ammonito Goldaniga, concedendo al Bologna la punizione del 2-1 magnificamente trasformata da Pulgar. A nostro avviso il fallo poteva anche starci considerando la scompostezza dell’intervento di Goldaniga, che comunque prende prima la palla. Eccessivo invece il cartellino. Se ne può discutere finchè volete, ma guai a cercare nel direttore di gara l’alibi per giustificare l’ennesima sconfitta stagionale. Il Sassuolo, che non vince da 7 partite (3 pareggi e 4 ko) deve recitare il mea culpa per avere perso una gara nella quale già il pareggio gli sarebbe stato stretto. Già, perché dopo un pessimo inizio i neroverdi hanno fatto la partita, pareggiando con Babacar (al primo centro con la maglia del Sassuolo) per poi sprecare una serie di occasioni che gridano vendetta contro un Bologna decimato dalle assenze, alle corde e contestato. Sconfitta che evoca lugubri presagi a un Sassuolo che continua a restare a galla in classifica aggrappato con le unghie alle disgrazie altrui. Ma questo giochino non potrà continuare a lungo, per restare in serie A serve concretezza, bisogna mettersi a fare punti e soprattutto gol. La verità è che anche ieri, senza l’involontario quanto goffo assist di Krafth a Babacar, il Sassuolo non sarebbe riuscito a segnare.

Inizio shock

Primo tempo dai due volti. Ottimo approccio al match del Bologna che nel giro di sei minuti costruisce tre colossali occasioni da gol. Alla quarta fa centro con l’ex Poli, bravo ad inserirsi centralmente e ad insaccare con una girata ravvicinata su tiro cross dalla sinistra di Di Francesco. Dal fischio d’avvio sono trascorsi 12 minuti e del Sassuolo nessuna notizia. La rete ha però l’effetto di svegliare i neroverdi, che d’incanto alzano baricentro e ritmo. Da quel momento in poi la gara diventa a senso unico con il Sassuolo a fare la partita e il Bologna a difendersi, non senza affanni e tenuto in partita dall’ottimo Mirante.

Babacar si sblocca

Proprio il portiere rossoblù ci mette due pezze, prima su un diagonale di Politano (splendidamente imbeccato da Berardi) e poi su un delizioso colpo di tacco di Babacar. Prove di pareggio che arriva al 38’ proprio grazie all’attaccante senegalese che gonfia la rete con un destro da due passi sugli sviluppi di un cross di Berardi maldestramente rinviato da Krafth. Il tempo finisce con l’arrembante Sassuolo a sprecare il raddoppio con Duncan (che sbaglia lo stop solo davanti a Mirante) e il Bologna fischiato dai suoi tifosi.

leggi anche:

Sassuolo spreca

Nella ripresa, dopo un bell’intervento di Consigli su Destro e un’autorete sfiorata da Lirola, in campo c’è solo il Sassuolo. Nella parte finale del match i neroverdi iniziano a credere di poter uscire dal Dall’Ara con i tre punti scontrandosi però con la loro pochezza in fase conclusiva. L’occasione più clamorosa capita sui piedi di Mazzitelli che tira sciaguratamente addosso a Mirante.

La beffa

Come spesso accade nel calcio chi sbaglia paga. E il Bologna, dopo aver sbandato paurosamente, si rimette improvvisamente in carreggiata con la collaborazione di Tagliavento mentre il Sassuolo perde Babacar per infortunio. L’episodio che farà discutere si verifica al minuto 86: Goldaniga entra in modo irruento su Krejci colpendo però prima il pallone: l’arbitro sanziona il fallo e gli sventola in faccia il cartellino giallo con conseguente espulsione, essendo il difensore già ammonito. Pulgar fa il resto disegnando una traiettoria imparabile per Consigli e zittendo i fischi dei tifosi bolognesi.

La frittata è fatta, Iachini prova a rimediare inserendo Ragusa che all’ultimo assalto ne combina un’altra delle sue, divorandosi il pareggio di testa da pochissimi centimetri, calciando poi fuori sulla ribattuta di Mirante. Tafazzi non avrebbe saputo fare di meglio.

Morale: tre punti immeritati al Bologna e molti rimpianti per il Sassuolo.

@Star_70_ . ©RIPRODUZIONE RISERVATA


 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro