Quotidiani locali

Peluso: «Sassuolo, di questa Lazio c’è da temere tutto»

Il difensore: «Siamo delusi per la sconfitta col Bologna Quota salvezza lontana: bisogna mettersi a fare punti»

Invoca “un Sassuolo da battaglia”, capace di convertire il disagio meteorologico e il conseguente miniritiro novarese in un’occasione “per guardarsi negli occhi e ricompattarci”.

Il suggerimento arriva da uno dei senatori del gruppo, Federico Peluso, che in virtù della sua esperienza avverte tutti: «Dobbiamo riprendere a camminare, la quota salvezza è lontana e dobbiamo impegnarci per raggiungerla il prima possibile». E poco importa se il prossimo avversario vanta quarti di nobiltà significativi e ambizioni da Champions, perché, ammonisce Peluso, questo Sassuolo non può badare al nome dei rivali: «Della Lazio bisogna temere tutto. Hanno singoli importanti - rimarca Peluso, cresciuto proprio nelle giovanili biancazzurre - e stanno facendo benissimo. Noi però dobbiamo pensare a noi stessi. Per loro giocare in Europa League e affrontare così tante partite è sicuramente dispendioso. Abbiamo visto lo scorso anno che i viaggi e le gare europee possono toglierti un po’ di energie: dobbiamo essere pronti a sfruttare questa situazione. Sarà una partita dura, contro una squadra importante ma vogliamo riprenderci quello che abbiamo lasciato per strada».

Ma più che le ipotetiche difficoltà di Immobile e compagni, a tener banco tra i neroverdi sono gli evidenti problemi in cui il Sassuolo è ripiombato da inizio anno: «Sì, questo è sicuramente il momento più difficile da quando sono qui, anche perché nelle passate stagioni col Sassuolo c’eravamo abituati a campionati di altro livello. Purtroppo, un po’ per demeriti nostri, un po’ per sfortuna - perché anche in queste ultime gare abbiamo dato l’anima e abbiamo giocato a livello degli avversari - abbiamo raccolto poco. Ma sono convinto che la strada sia giusta e ci toglieremo ancora delle soddisfazioni. Il problema del gol? Riguarda tutta la squadra, non soltanto gli attaccanti. Quindici gol sono sicuramente poco, tocca a tutti noi mettere i nostri attaccanti nelle condizioni migliori per segnare. Dobbiamo assolutamente cambiare questo trend».

L’intervista rilasciata a Sassuolo Channel

prima della partenza per Novarello è anche l’occasione per annunciare il prolungamento del contratto fino al 2020: «La società ed io abbiamo trovato un accordo. Sono felice, qui si lavora molto bene e spero che questo 2020 possa proseguire ancora».

Giacomo Gullo

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro