Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Adjapong: «Sassuolo, al Bentegodi sarà una guerra»

US Sassuolo Calcio

Adjapong: «Sassuolo, al Bentegodi sarà una guerra»

«Ha ragione Radovanovic, scontro diretto fondamentale Per conquistare la salvezza servono cuore e grinta»

«Radovanovic ha detto che al Bentegodi sarà una guerra? E' vero». Claud Adjapong suona la carica in vista della sfida di domenica tra Sassuolo e Chievo: «Affronteremo una squadra molto fisica, noi veniamo da un momento negativo e ci servono punti - le parole del giocatore neroverde. La differenza la faranno la voglia di vincere, l'arrivare primi sulle seconde palle, una fase difensiva perfetta e i gol. Il mister sta lavorando molto sui nostri attaccanti e sono fiducioso».

La battaglia per non retrocedere potrebbe essere lunga e parecchio complicata: «Nel primo anno di Serie A il Sassuolo si è salvato a fine stagione, poi si è guadagnato l'Europa League, battendo squadre importanti. Non è che non siamo pronti, ma non siamo abituati a questo tipo di campionato. Detto ciò, sappiamo che servono cuore e grinta, c'è da tirare la carretta, da fare una corsa in più per il compagno, quest'anno tocca a noi guadagnarci la salvezza. Fino ad oggi abbiamo sempre pensato partita dopo partita, ma non facendo punti bisogna iniziare a guardarsi le spalle, ora dobbiamo fare risultati positivi e staccarci dalla zona calda. Chievo e Spal tappe decisive? Non saprei, perchè il campionato è ancora lungo, ma faranno la differenza perchè sono due scontri diretti».

Contro i biancocelesti non si è visto un gran Sassuolo: «Siamo una squadra un po' in difficoltà - conferma Adjapong - ma questo non significa che non potremo toglierci delle soddisfazioni, il campionato è ancora lungo, abbiamo le idee chiare, sappiamo cosa ci chiede il mister e cerchiamo di dare sempre il meglio di noi. Con la Lazio siamo stati in partita, loro hanno calciato in porta tre-quattro volte, è stata una gara strana, decisa da episodi che ci hanno tagliato le gambe. Io nel ruolo di terzino destro? Sono tornato dopo mesi di infortunio e mi metto a disposizione del gruppo, dove serve io ci sono».

Il 12 marzo inizierà la Viareggio Cup: «Spero che i ragazzi possano ripercorrere il percorso della Primavera dell'anno scorso, perchè è stata un'emozione incredibile, siamo

entrati nella storia conquistando un trofeo che questo club non aveva mai vinto. Io guarderò loro da fuori con la gioia di chi ha giocato quelle partite e le ha vinte e con un po' di tristezza perchè è sempre bello partecipare a certe competizioni».

Valentina Spezzani

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro