Quotidiani locali

Rossini: «Per lo scudetto c’è anche l’Azimut...»

Rossini: «Per lo scudetto c’è anche l’Azimut...»

Volley. Il libero: «Ai playoff partiamo svantaggiati rispetto a Perugia e Civitanova  ma vogliamo soprendere. Siamo in grado di ripetere l’impresa di due anni fa»

Salvatore Rossini sa cosa vuole dire vincere uno scudetto con la maglia di Modena. Il libero gialloblù per questa seconda metà di stagione ha un solo obiettivo, ovvero quello di conquistare un altro tricolore e far impazzire di gioia il pubblico del Pala Panini. Questa l'intervista che il giocatore dell'Azimut ha rilasciato a Radio Sportiva.

Rossini, domenica avete ottenuto una grande vittoria contro Perugia.

«Serviva qualcosa di speciale per battere Perugia, poi contro di loro non è mai una partita come le altre, è una sfida sentitissima anche dalle tifoserie. Nelle ultime stagioni Modena-Perugia è un match che ha visto in campo i vertici del volley italiano, è sempre stata una partita combattuta. Ci conosciamo fin troppo bene ormai, contro di loro i tiebrek sono all'ordine del giorno. La Sir in questa stagione ha fatto la differenza a muro ed in battuta, noi siamo riusciti ad ottenere il successo proprio grazie al muro. Siamo stati favolosi, sembrava un incontro di pugilato: ci siamo dati tanti cazzotti ma alla fine siamo rimasti in piedi noi».

Quale sarà l'obiettivo dell'Azimut ai playoff?

«Noi vogliamo essere la sorpresa. Perugia e Civitanova, nella prima parte della stagione, hanno messo in mostra qualcosa in più rispetto a noi, i punti in classifica lo testimoniano. Partiranno nei playoff con una posizione avvantaggiata. Ma noi non ci scoraggiamo, due anni fa abbiamo vinto lo scudetto non chiudendo al primo posto la regular season. Sappiamo che per vincere il tricolore dovremo probabilmente superarle tutte e due. Dobbiamo però pensare ad un gradino per volta, perché anche i quarti di finale saranno complicati. Sarà una griglia playoff interessantissima e noi vogliamo provarci fino in fondo».

Una Modena che vuole arrivare alla post season al completo e con il massimo dell'intesa.

«Una grande squadra ed un grande allenatore sono i presupposti per fare bene. In estate abbiamo cambiato tantissimo, partivamo svantaggiati rispetto a Perugia e Civitanova. Abbiamo avuto bisogno di tempo e, a causa di tanti infortuni, siamo rimasti indietro. Però il nostro potenziale rimane super e siamo fiduciosi su quello che stiamo facendo. Ripeto, vogliamo sorprendere nei playoff».

Capitolo nazionale. Stai già pensando ai mondiali di questa estate?

«Da una parte un po' ci penso, dall'altra invece no perché inizierà a breve la parte cruciale

della stagione di club. Lavoriamo tutto l'anno per i playoff, è normale che si voglia fare bene e, inoltre, può darti una spinta per l'estate. Giocare con la maglia della nazionale in Italia è un emozione incredibile, giocarci per un mondiale credo che dia ancor più emozioni».

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro