Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fenice ko a tavolino: questione di lux

Scarsa illuminazione a Castelnuovo, omologazione scaduta, salta la partita 

Castelnuovo, venerdì 9 marzo, Palestra Don Milani, ore 21,10 circa, minuto più, minuto meno: l’arbitro Fabrizio Tagliani chiama presso di sé prima i giocatori del Casalecchio, penultimi in classifica con 18 punti nel girone B di serie D maschile, poi quelli della Fenice, secondi a quota 29, in piena zona play off.

L’incontro è programmato per le 21.30 e il fischietto ferrarese espleta le consuete formalità pre-gara, appello, controllo cartellini e documenti di identità: tutto come sempre, vis ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Castelnuovo, venerdì 9 marzo, Palestra Don Milani, ore 21,10 circa, minuto più, minuto meno: l’arbitro Fabrizio Tagliani chiama presso di sé prima i giocatori del Casalecchio, penultimi in classifica con 18 punti nel girone B di serie D maschile, poi quelli della Fenice, secondi a quota 29, in piena zona play off.

L’incontro è programmato per le 21.30 e il fischietto ferrarese espleta le consuete formalità pre-gara, appello, controllo cartellini e documenti di identità: tutto come sempre, visto che la Fenice nella palestra di casa in questa stagione di incontri alle Don Milani ne ha già giocati 8, vincendone 6. Tutto o... quasi come sempre, perché il direttore di gara verifica che l’omologazione del campo di gara è scaduta il 28 febbraio scorso e prende quindi l’unica decisione possibile: non si gioca, squadre negli spogliatoi e referto compilato con partita non disputata. Alla Commissione Gare il compito di decretare l’inevitabile 0-3 a carico della Fenice per la gioia degli ospiti bolognesi, ora molto più vicini alla salvezza.

LUCE INSUFFICIENTE

Le norme del Comitato Regionale prevedono che si possa giocare solo nelle palestre in cui l’illuminazione sia di almeno 250 lux, mentre alla Don Milani, palestra tra l’altro relativamente giovane rispetto allo storico impianto di Piazzale Brodolini, utilizzato dall’altra società di Castelnuovo, i lux sono “solo” 190.

LAVORI IN...CORSO

Matteo Ferrari è dirigente della Fenice da molti anni e dal 2017 è diventato anche assessore al patrimonio del Comune di Castelnuovo Rangone.

«Era già stato deliberato di potenziare l’impianto di illuminazione delle due palestre, una delle opere è stata conclusa, quella relativa alla Don Milani era appena iniziata. In proposito avevamo fatto pervenire al Comitato Regionale la documentazione necessaria ad ottenere una proroga, l’ultima scadeva il 28 febbraio e devo ammettere che la richiesta di rinnovo è stata inviata in leggero ritardo. Ci eravamo impegnati a terminare i lavori al più tardi entro il 4 aprile, durante le vacanze di Pasqua. L’arbitro? Ha fatto il suo dovere, non essendo stata aggiornata la proroga. Cosa succederà ora? Cercheremo di giocare le 4 partite che mancano da qui alla fine della stagione in un altro impianto, magari nell’altra palestra di Castelnuovo. A Montale nell’impianto di via Chiesa è però impossibile, perché utilizzato dall’hockey».

Fabio Rossi