Quotidiani locali

Iachini: «Sassuolo, per vincere serve più attenzione»

«Una volta passati in vantaggio dovevamo gestire meglio Il Benevento? Ha qualità e segnato due gol anche alla Juve»

REGGIO. “Le altre perdono anche…”. Quando si tocca l’argomento lotta-salvezza, Iachini non si scompone troppo. Doveva essere la giornata in cui il Sassuolo salutava la scomoda compagnia della zona retrocessione: eppure lo striminzito punticino col Benevento sembra non infastidire eccessivamente mister Iachini, che prima della gara aveva provato a mettere in guardia tutti sulla qualità dei campani. “Non è un caso – sottolinea Iachini nel post partita - se hanno fatto due gol anche contro la Juve… Non sono più la squadra del girone d’andata, hanno giocatori di grande valore. Però diamo continuità ai risultati, siamo a cinque consecutivi: c’è ancora da lavorare, lo sapevamo prima di questa gara e le cose non cambiano”. Resta il fatto che questa doveva essere la partita in cui il Sassuolo abbatteva il tabù casalingo e invece il Benevento s’è rivelato un osso durissimo: “Ma sapevamo che di fronte avevamo un avversario che non ha più nulla da perdere. Siamo partiti alti per disturbare il loro palleggio e abbiamo creato i presupposti per andare in vantaggio. Poi c’è stata questa sbavatura in mezzo al campo che ha consentito al Benevento di prenderci in contropiede e di segnare per primo. Nell’intervallo siamo riusciti a sistemare qualcosa: una volta passati in vantaggio, dovevamo essere ancora più bravi nella verticalizzazione e nella scelta dell’ultimo passaggio. E sicuramente abbiamo commesso un errore difensivo anche in occasione del loro secondo gol”. A quel punto era lecito attendersi l’assalto disperato del Sassuolo e invece i neroverdi sono stati sostanzialmente incapaci di rendersi pericolosi dalle parti di Puggioni: “Purtroppo poi nella ripresa ci siamo dovuti giocare due cambi forzati per gli infortuni di Missiroli e Consigli e questa situazione ci ha impedito di aggiungere peso in attacco nel finale. Ma non è che abbiamo staccato la spina durante la gara: volevamo vincere ma la gara ha confermato tutte le difficoltà che immaginavamo”. Difficoltà che si riflettono nella classifica del Sassuolo, col terzultimo posto che poteva sprofondare a sei punti di distanza e invece resta a solo 4 lunghezze: “Le altre a volte vincon? A volte perdono anche… Noi dobbiamo pensare a mantenere

lo stesso atteggiamento contro tutte le avversarie e a lavorare così. Le assenze ci sono, lo sappiamo, ma dobbiamo guardare avanti e ragionare una gara per volta. Col Napoli e col Milan ci davano per spacciati e per poco non vincevamo, dobbiamo mantenere la stessa mentalità”.

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik