Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Politano-Benevento 2-2: è un punto guadagnato

US Sassuolo Calcio

Politano-Benevento 2-2: è un punto guadagnato

Bloccato in casa da Benevento, mercoledì il Sassuolo obbligato a fare risultato a Verona

REGGIO Politano-Benevento 2-2. Così si può riassumere la triste sfida del Mapei Stadium che ha visto i neroverdi regalare il primo punto stagionale in trasferta, peraltro strameritato, ai sanniti reduci da 15 sconfitte di fila. E tirando le somme, alla luce delle differenti prestazioni, per il Sassuolo si può parlare più di punto guadagnato che di due persi. L’unico che ha provato a ribellarsi a questo verdetto è stato Politano, autore di una doppietta e una prestazione all’altezza della situazione. Sugli altri, tolto Babacar (due assist), meglio stendere un velo pietoso. Squadra lenta ed impaurita quella neroverde che ha colpevolmente lasciato fare la partita al Benevento. Al resto ha pensato Diabatè con una doppietta che rischia di spalancare le porte dell’inferno al Sassuolo. Infatti il pareggio (pur essendo il sesto risultato utile di fila) complica, e non di poco, la corsa alla salvezza di Magnanelli e compagni che ieri hanno imperdonabilmente gettato alle ortiche un match ball. I punti sul Crotone terz’ultimo sono solo quattro con alle porte un calendario da brividi. A questo punto per restare in Serie A servirà un’impresa, a partire dallo scontro diretto di mercoledì al Bentegodi contro il Verona.

Berardi “panchinato”

Tra infortunati e turnover Iachini non ha grandi possibilità di scelta. Modulo 3-5-2: Consigli in porta, difesa a tre con Peluso, Acerbi e Dell'Orco, mediana a cinque con Adjapong e Rogerio sulle fasce, mentre gli interni sono Cassata, Magnanelli e Missiroli. Tandem d'attacco Babacar-Politano, con Berardi in panchina. Il Benevento gioca con la mente sgombra, a caccia del primo punto in trasferta della stagione. A dare una mano ai sanniti anche 300 tifosi che trasformano il Mapei Stadium in una succursale del Vigorito. L’obbligo di dover vincere a tutti i costi frena il Sassuolo, volenteroso ma timido e confusionario. Come spesso è accaduto in questa stagione il centrocampo fatica ad imporsi, e di conseguenza anche gli altri reparti vanno in crisi. Un pallonetto di Cassata e un fendente di Politano sono le uniche preoccupazioni per Puggioni nei primi venti minuti. Invece il Benevento alla prima occasione fa centro: Djuricic lancia Diabatè con un colpo di tacco, il maliano si presenta a tu per tu con Consigli e lo scavalca con un morbido pallonetto di destro. Difesa neroverde non pervenuta.

Politano rimedia

La reazione del Sassuolo è poca cosa, ma il pareggio arriva ugualmente: Babacar crossa dalla linea di fondo per Politano, che supera Puggioni con un destro al volo dall'altezza del dischetto. La difesa neroverde continua a pasticciare e rischiare, nel recupero proteste del Benevento per un contatto tra Magnanelli e Tosca: per l'arbitro Gavillucci si tratta di punizione dal limite e non di calcio di rigore, dopo tre minuti di attesa il VAR conferma la decisione. La strigliata di Iachini Nell’intervallo Iachini fa tremare le pareti dello spogliatoio. Sì, perché l’approccio alla ripresa dei neroverdi è un po’ più tonico e concreto rispetto a quello della prima frazione. Dopo un quarto d’ora il tecnico cambia anche l’assetto: fuori Magnanelli, dentro Berardi ridisegnando un 3-4-3 più offensivo. Un paio di minuti e il Sassuolo mette la freccia sempre sull’asse Babacar-Politano: il senegalese vede il taglio del numero 16 che si presenta a tu per tu con Puggioni e lo supera con uno scavetto di sinistro.

Ancora Diabatè

Tutto fatto? Non sia mai, perché dopo il gol il Sassuolo smette di giocare consegnandosi docilmente al Benevento che, in meno di dieci minuti, rimette la contesa in parità: ancora Diabatè (7 gol in 6 partite) in spaccata mette dentro su cross di Cataldi. Il tutto sotto occhi delle belle statuine neroverdi. Nell’occasione il portiere Consigli si fa male e deve lasciare il posto a Pegolo. Berardi non azzecca

una giocata mentre il Benevento ci prende gusto e va vicino al colpaccio con Brignoli che, in due occasioni, grazia il Sassuolo a due passi da Pegolo. All’ultimo secondo un diagonale dell’indomito Politano si spegne sul fondo per una questione di centimetri. Portandosi dietro due punti d’oro.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik