Quotidiani locali

Modena, sarà corsa a tre

Entro le 13 di martedì i gruppi dovranno presentare il proprio progetto al bando

Con la costituzione di Modena Calcio Ssdarl sono ufficialmente tre le società pretendenti alla rifondazione del Modena dopo il fallimento. Tutte devono ancora presentare la documentazione richiesta dal Comune nell’avviso pubblico e sono pronte a farlo tra oggi e domani, prima del gong fissato alle 13 di martedì. Dopo la consegna delle buste, verrà nominata la commissione che esaminerà le proposte.

US MODENA CALCIO

La prima società a nascere, il 1° marzo, è stata Modena Fc 1912 Ssd Srl, che per rispetto della procedura fallimentare e dei tifosi ha poi modificato la propria denominazione in Us Modena Calcio Ssd Srl. Dieci sono i soci, a partire dal presidente Gianni Gibellini. Fanno parte del gruppo anche Gianpiero Samorì, Gianni Improta, Maurizio Setti, Maurizio Bratomi, Graziano Verdi, Edoardo Rossetti, Giovanni Palma, Antonio Tazzioli e Carlo Alberto Bulgarelli. Nella conferenza stampa organizzata il 5 aprile, nel giorno in cui il Modena Fc fallito avrebbe compiuto 106 anni, la società ha annunciato di aver pronti 6 milioni da investire nel progetto sportivo triennale e 10 per la costruzione di un club all’avanguardia.

PRO MODENA

La seconda società costituita per candidarsi a far rinascere il club canarino è stata Pro Modena Ssdarl, con atto notarile firmato il 12 aprile. La società è attualmente a quattro: Romano Amadei, Romano Sghedoni e Carmelo Salerno detengono il 18,75% delle quote ciascuno, mentre il restante 43,75% è stato affidato in via fiduciaria a Doriano Tosi in attesa di nuovi ingressi previsti a “bando” scaduto. Tosi sarà il direttore sportivo della società, che tramite il presidente Salerno ha confermato di aver già stanziato le risorse necessarie per un progetto triennale che garantisca alla squadra di essere competitiva in qualsiasi campionato si trovi, a partire dal prossimo di serie D.

MODENA CALCIO

La terza ed ultima società è nata venerdì 20 aprile. Il nome è Modena Calcio Ssdarl è le figure di riferimento sono due: da una parte Luca Toni, pronto ad assumere il ruolo di direttore generale, dall’altra Roberto Marai, imprenditore di Salò che si era già candidato per rifondare il Mantova e che è il principale finanziatore del progetto. Il gruppo conta anche su un socio da anni attivo nel

territorio modenese, Alessandro Piccolo di Reya Srl, e su altri soci minori. Anche in questo caso il gruppo ha tenuto aperta la porta ad eventuali nuovi ingressi. Il direttore sportivo è Eugenio Olli, per trent’anni impegnato nella FeralpiSalò con la stessa carica. (m.c.)

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori