Quotidiani locali

Cormio: «Bruno? Nella Lube o in Brasile». E lui conferma l'addio

Cormio: «Bruno? Nella Lube o in Brasile». E lui conferma l'addio

Il diesse di Civitanova: «Ci ha chiesto lui di venire qui e ha firmato il 23 marzo». Bruninho: «Il mio cuore resta a Modena ma con la Lube ho un contratto»

Tramontano i sogni dei tifosi di Modena di vedere Bruno in azione al Pala Panini anche la prossima stagione. A mettere la parole fine sulla doppia telenovela Bruno-Civitanova e Christenson-Modena ci pensa Giuseppe Cormio, direttore sportivo della Lube, che, in un'intervista ad un quotidiano marchigiano, rivela tutti i retroscena degli affari tra i due club. Una versione di parte ovviamente, ma l'unica versione ufficiale arrivata riguardo a questa vicenda visto che Modena non ha mai rilasciato alcun tipo di dichiarazione sull'argomento e Bruno non ha ancora parlato dopo il saluto alla città geminiana nel corso di gara 4 di semifinale scudetto.

Cormio racconta per filo e per segno tutti i passaggi dell'intricata situazione: «L'affare Bruno-Christenson? Bruno ha sottoscritto con noi un contratto il 23 marzo e deve rispettarlo. Micah a sua volta firmò con la Azimut. Parlai con Micah prima ancora di parlare col regista brasiliano e peraltro, vorrei ricordare, fu lui a proporsi, non andava d’accordo col tecnico Stoytchev e voleva giocare la Champions che è l’unico trofeo che gli manca. Mi incontrerò con Bruno entro 2-3 giorni e risolveremo la faccenda. E’ un professionista e verrà alla Lube. Se non lo fa deve restare in Brasile, non può giocare a Modena, punto».

Non lascia dubbi la chiusura del direttore sportivo della Lube, Bruno se tornerà in Italia lo farà esclusivamente per vestire la casacca di Civitanova. Dalle parole di Cormio si evincono altri dettagli importanti: innanzitutto che la firma di Bruno con la Lube è avvenuta il 23 marzo, ovvero dopo gara 2 dei quarti di finale che Modena ha vinto in casa di Milano, proprio pochi giorni prima di affrontare la squadra marchigiana in semifinale; poi che sarebbe stato il regista brasiliano a proporsi direttamente ai rivali dell'Azimut, in quanto non andava più d'accordo con Stoytchev e voleva giocare e vincere la Champions League. Una rivelazione che sicuramente non farà felici i tifosi di Modena, che attendono una replica del fuoriclasse verde-oro.

Cormio conclude l'intervista punzecchiando la società gialloblù sulla gestione del caso Bruno nelle ultime settimane, facendo probabilmente riferimento anche agli striscioni in favore di Bruno e a favore di Christenson apparsi in giro nelle rispettive città: «Credo sia più una montatura della Azimut per tenere buona la piazza».

Da parte sua Bruninho si è confessato alla  Gazzetta dello Sport dove ha dichiarato: "Il mio cuore resta a Modena ma ho un contratto con la Lube. Spero che i tifosi capiscano la situazione e quello che è successo, pensavo che si potesse trovare una soluzione tra i club ma così non è stato".

Il nuovo alzatore dell'Azimut, che sarà Micah Christenson. Il giocatore americano ha sottoscritto un contratto con Modena nel periodo in cui Bruno firmava per la Lube, completando una sorta di scambio di alzatore tra le due società. Sartoretti dopo la firma

di Bruno si è cautelato nel migliore dei modi, mettendo sotto contratto il palleggiatore giovane (1993) più forte del panorama internazionale, senza dubbio già uno dei migliori del mondo. La diagonale Christenson-Zaytsev è fantastica, Modena ripartirà da qui.
 

 

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori