Quotidiani locali

Vai alla pagina su Sassuolo calcio
Il Sassuolo chiude la stagione con una sconfitta

US Sassuolo Calcio

Il Sassuolo chiude la stagione con una sconfitta

Al Mapei passa la Roma dell'ex Di Francesco con autogol di Pegolo. Ora i neroverdi guardano subito al futuro per un nuovo progetto di rilancio

Il Sassuolo chiude con una sconfitta al Mapei la sua stagione e ora guarda subito al futuro per costruire la prossima annata in serie A, cercando di impostare un nuovo progetto.

La Roma si impone di misura al Mapei Stadium e sugella definitivamente il terzo posto in campionato. Prova di solidità dei capitolini, che controllano per tutto il match ed alla fine avrebbero forse meritato un punteggio più corposo. I giallorossi prendono subito in mano il pallino del gioco portando numerosi pericoli nell’area di rigore neroverde. Dopo appena cinque minuti colpo di testa di Strootman su corner e Pegolo si salva in due tempi, mentre poco dopo è Schick a non inquadrare la porta dopo un cross di Kolarov.

L’ex-sampdoriano sembra in ottima condizione ed al dodicesimo va vicinissimo al gol saltando di netto Rogerio e calciando di piatto col destro ma trovando l’opposizione del palo a portiere battuto. Sale in cattedra Dzeko, che prima manda alto con un colpo di testa e poi vede la sua conclusione molto potente parata con un buon intervento da Pegolo. Gli emiliani si vedono finalmente al venticinquesimo con Politano, ma la sua conclusione è parata senza problemi da Skorupski.

Tre minuti dopo ancora l’attaccante neroverde ha una buona palla gol ma calcia addosso al portiere da distanza ravvicinata e poi sulla respinta manda clamorosamente alto a porta vuota. Al trentacinquesimo ci prova anche Duncan, ma il suo tiro dalla lunga distanza risulta troppo strozzato e termina la sua corsa tra le braccia dell’estremo difensore giallorosso. La Roma comincia a ritrarsi un pò e si vede in attacco solo con una conclusione di Dzeko che però finisce in curva, ma proprio allo scadere del primo tempo arriva il vantaggio meritato della squadra di Di Francesco: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Manolas va al tiro cross dalla linea di fondo: Pegolo smanaccia maldestramente il pallone nella propria porta.

Nella ripresa riparte meglio il Sassuolo e si rende pericoloso prima con un colpo di tacco di Berardi murato da Florenzi e poi con un’azione personale di Adjapong che entrato in area si attarda troppo e favorisce il recupero in extremis di Manolas. Al dodicesimo brutto infortunio dopo uno scontro aereo per Peluso, costretto ad uscire in barella. Al sedicesimo ci prova Dzeko, ma la sua conclusione viene smorzata da Acerbi e la sfera si perde fra i guanti di Pegolo. La squadra di Iachini prova ad alzare il proprio baricentro ma ha difficoltà a trovare varchi fra le maglie della difesa avversaria, col tecnico che prova ad inserire Babacar ed il senegalese ha subito una buona chance ma si fa chiudere da Kolarov sciupando una bella occasione. La Roma capisce che è il caso di controllare e comincia con una fitta rete di passaggi per non lasciare l’iniziativa ai neroverdi, correndo comunque un grosso rischio a nove minuti dalla fine quando Skorupski rischia di combinare la frittata: il portiere giallorosso si attarda nel disimpegno ed è costretto a mandare in fallo laterale per evitare la pressione di Politano.

Al quarantesimo ancora protagonista Dzeko, col centravanti bosniaco che protegge bene il pallone ma poi calcia malissimo mandando il pallone alle stelle. Il Sassuolo ci prova nel finale collezionando solamente calci d’angolo, anzi, sono i giallorossi a sfiorare il raddoppio prima con Pellegrini ben servito da El Shaarawy e soprattutto con Dzeko che in pieno recupero parte in contropiede e calcia in diagonale trovando però l’opposizione con il piede da parte di Pegolo. Finisce uno a zero ed è festa per la Roma.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Modena Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro